Excite

Il prezzo del petrolio ha sfondato i 120 dollari al barile

E' inarrestabile la corsa del greggio che ha superato i 120 dollari al barile. Per l'esattezza il petrolio ha raggiunto a New York i 120,93 dollari al barile e a Londra 119,07. L'aumento sembra essere stato determinato dalle tensioni geopolitiche registrate in diverse aree esportatrici del pianeta e dai rinnovati ottimismi sull’economia americana.

Secondo un gruppo di analisti di Goldman Sachs, capeggiato da Arjun N. Murti, le quotazioni del greggio potrebbero raggiungere i 200 dollari al barile. Nel giro di due anni il prezzo dell'oro nero potrebbe arrivare tra i 150 e i 200 dollari. La previsione fa ancor più rabbrividire se si pensa che fu proprio Murti nel 2005 ad affermare che il prezzo del petrolio sarebbe arrivato oltre i cento dollari.

La corsa del petrolio inizia negli anni '70 quando il prezzo ufficiale del greggio saudita viene fissato, secondo le cifre del ministero statunitense dell'Energia, a 1,80 dollari al barile. Nel 1974 la prima grande crisi provocata dalla guerra del Kippur. In quell'anno il prezzo dell'oro nero supera i 10 dollari al barile. A distanza di pochi anni, con la rivoluzione iraniana del 1979, il barile schizza a 20 dollari. Gli anni '80 segnano un altro periodo turbolento. In seguito alla guerra Iran-Iraq il greggio supera i 30 dollari raggiungendo i 39 dollari all'inizio del 1981. Negli anni '90, con la guerra nel Golfo, le quotazioni del petrolio superano i 40 dollari al barile. Il 20 agosto 2004 il greggio tocca i 50 dollari al barile e il 27 ottobre supera i 55 dollari. Altro anno critico il 2005 quando, anche a causa dell'uragano Katrina e dei conseguenti problemi nel Golfo del Messico, l'oro nero raggiunge i 70 dollari. Nel 2006 il petrolio tocca i 75 dollari e nel 2007 raggiunge i 90 dollari fino a sfiorare, alla fine dell'anno, i 100 dollari. La corsa del greggio non si arresta nei primi mesi del 2008. In seguito alle tensioni in Nigeria il 2 gennaio il petrolio arriva, per la prima volta nella storia, a 100 dollari al barile. Il 6 marzo sfonda anche quota 105 dollari, toccando il nuovo record a 105,10 dollari al barile. Il 12 marzo supera anche quella dei 110 dollari al barile, con il nuovo massimo a 110,2 dollari. Adesso il nuovo record: 120,21 dollari.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016