Excite

Il rischio di grande siccità in Italia: la speranza dalle previsioni meteo

  • Getty Images
L'anno della grande siccità in Italia. Il 2015 è stato infatti caratterizzato da poche piogge, che hanno pesantemente abbassato le risorse idriche del Paese. La Coldiretti ha lanciato l'allarme, sulla base dei dati Ucea. "L’Italia è a secco dopo che nella prima decade di agosto sono cadute il 62,1 % in meno di precipitazioni, ma rispetto alla media sono stati avari di pioggia anche i mesi di luglio (-56%), giugno (-5%), di maggio (-29%) e aprile (-43%)", spiega la Coldiretti nella sua analisi.

Le previsioni meteo per i prossimi giorni

Il quadro del monitoraggio è abbastanza chiaro con la seguente diminuzione dei principali laghi: il 31,5% per quello Maggiore, il 22,4% per il lago di Garda, quasi il 13% per il lago di Como e il 2,9% per il lago di Iseo. Gli esperti hanno giudicato "allarmante" la situazione, confermando il trend denunciato nel mese di luglio, all'apice della caldo afoso che ha investito la Penisola.

La speranza è che quindi possa arrivare una perturbazione in grado di portare precipitazioni e aumentare il livello dei corsi d'acqua in Italia in un contesto che resta comunque di emergenza. La siccità 2015, insomma, potrebbe migliorare leggermente, ma nella consapevolezza di persistenti criticità. "La caduta della pioggia però per essere utile alle campagne ed alimentare le riserve idriche deve avvenire in modo costante e non violento", aggiunge la Coldiretti, facendo riferimento alle previsioni meteo. I forti temporali, specie se arrivano con la grandine, rappresenano un danno per le colture e non sono aiutano ad accrescere le riserve idriche.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017