Excite

Ilva. Ritrovato il corpo dell'operaio disperso, Francesco Zaccaria

  • Huffingtonpost.it

E' stato ritrovato il corpo di Francesco Zaccaria, l'operaio dell'Ilva di Taranto disperso dopo la tromba d'aria che ha investito lo stabilimento siderurgico nella giornata di mercoledì. Il giovane, 29 anni, stava lavorando su una gru quando il tornado si è abbattuto sulla città colpendo in pieno l'Ilva.

Tromba d'aria sull'Ilva di Taranto: guarda il video

Il suo cadavere è stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco, all'interno della cabina della gru, sbalzata in mare dalla forza del vento, a circa 30 metri di profondità e a 30 metri dalla banchina di attracco delle navi. Intanto sulla morte di Francesco Zaccaria è già partita un'inchiesta giudiziaria per chiarire eventuali responsabilità per la mancata applicazione di misure di sicurezza e capire come mai l'operaio fosse ancora sulla gru nonostante i forti venti che soffiavano sul porto.

La violenza della tromba d'aria aveva reso impraticabili le acque, tanto da sospendere ieri le ricerche per diverse ore. Riprese all'alba, le operazioni dei vigili del fuoco hanno tirato sù la cabina della gru individuata sul fondale, senza peraltro la certezza che il corpo fosse ancora lì. Sul molo del porto di Taranto si sono radunati i parenti e i colleghi di lavoro di Francesco Zaccaria. E' atteso anche il presidente dell'Ilva Bruno Ferrante.

Quella di oggi sarà una giornata criciale per il destino dell'azienda: il Consiglio dei ministri dovrebbe varare un decreto per consentire all'Ilva di attuare le misure di bonifica richieste dalla magistratura garantendo al tempo stesso la produzione e quindi il ritorno al lavoro, almeno parziale, degli operai.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017