Excite

In nove in auto contromano: multa record per famiglia cinese

  • Infophoto

Potrebbe essere una barzelletta, se non fosse che senza l'intervento di una pattuglia della polizia tutta la storia avrebbe potuto avere conseguenze gravi. A Romano, un paese in provincia di Bergamo, una giovane cinese neopatentata è stata fermata dopo avere imboccato una rotonda contromano e quando gli agenti si sono affacciati al finestrino per chiederle i documenti hanno visto che con lei c'erano ben otto altri passeggeri.

Smart, record di passeggeri: ci stanno in 14

L'episodio è arrivato all'attenzione dei media soltanto oggi, ma il fatto risale a lunedì. Erano le 16 del pomeriggio e la squadra del comandante Angelo Di Nardo era impegnata nei soliti controlli di routine lungo le strade del centro abitato, quando ha visto una Opel Corsa imboccare nel senso contrario a quello di marcia la rotonda di via Balilla, uno stradone che collega la città alla provinciale.

Gli agenti, ovviamente, hanno subito fatto cenno al conducente di accostare e fermarsi e quest'ultimo ha obbedito senza esitazioni. A quel punto, gli uomini del comandante Di Nardo non sapevano esattamente chi si sarebbero trovati di fronte - un guidatore 'distratto', un anziano confuso, una persona sotto i fumi dell'alcol - ma di sicuro non si aspettavano di vedere la scena che si è parata davanti ai loro occhi. Al volante dell'utilitaria c'era infatti una ragazza cinese molto giovane e sul sedile di fianco e lei e su quelli posteriori un numero di passeggeri decisamente al di sopra di quello consentito.

I poliziotti hanno fatto scendere tutti dalla vettura e con non poco stupore hanno contato un totale di nove occupanti: sette adulti e due ragazzi, ovvero l'intera famiglia della guidatrice. Da un rapido controllo è risultato che tutti i passeggeri erano in regola e che non sapevano di stare commettendo un'infrazione a viaggiare in così tanti su un'auto. L'autista e i suoi parenti hanno spiegato agli allibiti agenti di aver deciso di visitare la zona - dal momento che si erano appena trasferiti dalla Liguria - e che i posti "sono solo cinque e noi siamo nove. Non pensavamo di fare nulla di male".

Una spiegazione che, sincera o meno, non è bastata a evitare alla famigliola in vacanza una multa salatissima - 1.800 euro - e alla neopatentata guidatrice un 'penalty' di 64 punti sul documento di guida: roba che, per un po', le impedirà di essere lo 'chaperon' delle gite di famiglia.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014