Excite

In ospedale per farsi circoncidere, i medici gli tagliano il pene: chiesto maxi-risarcimento

  • Getty Images

L’intervento doveva essere di routine, ma per un paziente del Princeton Baptist Medical Center di nome Johnny Lee Banks una semplice circoncisione si è trasformata in un’amputazione totale del pene.

Si taglia il pene per paura dell'Hiv, folle gesto di un giovane a Livorno

Sembrerebbe una storia da film, ma è realmente accaduto in Alabama e la notizia della disavventura del giovane sposo americano vittima dell’incompetenza del personale medico dell’ospedale di Birmingham ha fatto immediatamente il giro del mondo.

Al risveglio dall’anestesia totale, il malcapitato ha scoperto di essere stato menomato del suo organo sessuale, a causa di un grossolano errore dell’equipe addetta all’operazione. Subito dopo aver appreso del grave danno subito, l’uomo ha chiamato in causa con tanto di denuncia formale lo staff della struttura ospedaliera e chiesto un cospicuo risarcimento economico per le gravi conseguenze di un’operazione dall’esito disastroso.

(In Germania apertura alla circoncisione infantile: disegno di legge in Parlamento)

Al di là della somma che i medici dovranno eventualmente versare al loro assistito, assai difficile se non impossibile sarà porre rimedio alle conseguenze della mutilazione inferta all’incolpevole cittadino di Birmingham, recatosi al Princeton Center per farsi circoncidere in ossequio ai dettami del proprio credo religioso e privato della sua integrità fisica per uno scellerato atto di negligenza della squadra di professionisti incaricata dell’intervento.

Tutti i responsabili dell’errore medico denunciato da Johnny Lee Banks saranno chiamati a fornire spiegazioni dell’accaduto di fronte alle autorità competenti, andando incontro a severe sanzioni, in primo luogo disciplinari e probabilmente anche di altro tipo.

Per adesso, lo staff dell’ospedale si è rinchiuso in un imbarazzato silenzio, forse in attesa di concordare una linea difensiva credibile da offrire al momento opportuno alla controparte.

L’asportazione del pene per una “banale” circoncisione non può che rappresentare, specialmente in realtà dove un certo genere di pratiche trova larga diffusione da diversi decenni, qualcosa di eclatante ed ingiustificabile dal punto di vista professionale.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017