Excite

In un quartiere di Roma scuolabus diversi per i bimbi rom

Uno scuolabus con posti separati per i bambini rom. Questa la proposta di un gruppo di genitori del VII Municipio di Roma, in seguito alla quale Rifondazione comunista ha presentato al consiglio del Municipio una mozione - approvata a maggioranza da Sinistra democratica e dal centro destra - per chiedere all'assessore comunale alla scuola di rivedere il sistema di trasporto e garantire un sotegno maggiore ai piccoli rom all'interno della scuola.

"Premesso che durante il trasporto il comportamento vivace di alcuni bambini rom nei confronti degli altri bambini ha determinato le proteste dei loro genitori - si legge nella mozione - e che anche la presenza sul pullman di due accompagnatori non ha fatto rientrare le preoccupazioni dei genitori che hanno chiesto di far portare a scuola i loro figli su un pullman senza la presenza dei bambini rom, visto che i genitori hanno chiesto che questa situazione venga rimossa e si torni alla situazione degli anni precedenti in cui si raggiungeva la scuola su pullman diversi... il Consiglio del Municipio VII chiede al Presidente di sottoporre all'assessore comunale alla scuola nell'ambito della prevista valutazione dello stato del progetto di trasporto scolastico la richiesta dei genitori del 117 circolo...".

"Sapevo che nel VII Municipio c'era stato qualche problema - ha detto l'assessore alle Politiche educative e scolasctiche Maria Coscia - ma pensavo che fosse stato governato. Nel senso di includere e non di escludere. Mica possiamo tornare ai tempi di Rosa Louise Parks...". Per il consigliere di Rifondazione comunista Lucio Conte, che ha presentato la mozione, "i problemi vanno affrontati, i cittadini sentiti. Oltre a quel litigio tra bambini qua si è messo in moto qualcosa di più. Così sono andato dal Presidente e con lui ho concordato questa mozione". Il presidente del VII Municipio, Roberto Mastrantonio, non ha partecipato al voto ma ha detto: "Io sono per il mantenimento del servizio, certo, ma se si determinano condizioni di ingovernabilità che facciamo?".

Subito dopo l'approvazione della mozione il segretario di Rifondazione comunista di Roma, Massimiliano Smeriglio, ha chiesto e ottenuto le dimissioni di Conte. "I comportamenti del consigliere municipale Lucio Conte - ha spiegato Smeriglio - sono incompatibili con la cultura politica e le pratiche sociali di Rifondazione comunista. Per questi motivi abbiamo già chiesto e ottenuto le dimissioni dal partito del consigliere. Prc ribadisce la propria vicinanza e solidarietà alla comunità rom con la quale è impegnata da sempre in progetti di accoglienza e integrazione. Ricordiamo da ultimo la strenua battaglia fatta da Prc per una dignitosa accoglienza dei rom di Ponte Mammolo sgomberati dall' amministrazione comunale". La vicenda è stata commentata anche dal sindaco di Roma, Walter Veltroni, che ha detto: "I bambini sono tutti uguali: se vanno a scuola insieme devono continuare a farlo, non esiste al mondo che si possano separare sulla base di considerazioni che non appartengono alla nostra cultura".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016