Excite

Incendio alle ferrovie di Bologna, ritardi dei treni e disagi. Lupi "Atto terroristico con la Tav"

  • Twitter @Agenzia_Ansa

Bologna nel fuoco e nel fumo dopo l'incendio doloso che ha colpito la stazione Santa Viola, uno degli snodi ferroviari della città. Il traffico ferroviario è fermo dalle 4:30 lungo le tratte Milano Bologna e Milano - Verona.

Sul luogo dell'incendio sono state trovate delle scritte No Tav: nessun dubbio per gli inquirenti, guidati dal procuratore capo di Bologna Roberto Alfonso, che si sia trattato di un incendio doloso. Secondo quanto trovato sul posto, il fuoco è stato acceso in piena notte utilizzando vecchi stracci e dei fiammiferi.

La Digos ha già aperto le indagini per i numerosi casi di fuochi appiccati nei pressi delle stazioni o comunque atti a mettere in difficoltà la circolazione dei treni: sempre a Bologna si è verificato il primo degli episodi più recenti, lo scorso 19 maggio; atti di teppismo che si sono moltiplicati con l'arrivo del freddo, visto che si sono verificati altri due incidenti il 2, il 16 e il 18 dicembre rispettivamente a Firenze, Torino e Milano.

Dietro a questi sabotaggi, insomma, ci sarebbe un progetto ben preciso, atto ad attirare l'attenzione e a creare disagio a passeggeri e addetti ai lavori.

Parole di condanna sugli episodi arrivano dalle istituzioni: il più duro e Maurizio Lupi, che definisce come terroristico il sabotaggio di Bologna. “Si è verificato purtroppo ciò che temevo - ha detto Lupi - un nuovo attacco terroristico con la Tav, questo e non altro è l'incendio doloso a Bologna”.

Sull'accaduto si esprime anche il presidente del consiglioMatteo Renzi, senza sbilanciarsi troppo, durante un intervento in radio: “Non vogliamo rievocare un atto del passato, è in atto un sabotaggio, ma stiamo approfondendo quello che è accaduto e per rispetto di chi è indagato non spendo una parola di più”.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017