Excite

Incidente aereo in Slovacchia, 7 paracadutisti morti a Cerveny Kamen durante un'esercitazione

  • Twitter @Adnkronos

C’erano a bordo 40 persone, tra paracadutisti e membri dell’equipaggio impegnati in un’esercitazione acrobatica in volo a circa 1500 metri d’altezza nei cieli della Slovacchia occidentale, al momento dell’impatto che ha ridotto letteralmente in macerie due aerei di tipo L-410, precipitati sul suolo in seguito all’incidente sul territorio di Cerveny Kamen.

Fulmine costringe aereo ad atterraggio di emergenza: panico in volo

Sette i morti accertati dalle autorità, mentre i superstiti hanno raccontato ai soccorritori di essere riusciti ad evitare la morte tuffandosi dai velivoli pochi attimi prima della violentissima collisione, causata con ogni probabilità da manovre ad alto rischio effettuate per l’esercitazione preliminare ad un Air Show da tenere in Slovacchia.

Raggiunta telefonicamente dai corrispondenti del quotidiano britannico Daily Mail per raccontare l’accaduto ai media, la portavoce dei sopravvissuti Zuzana Farkasova ha dichiarato che l’impatto è avvenuto a 32 chilometri da Bratislava e ha visto schiantarsi un primo turbopropulsore contro la superficie impervia delle montagne al confine con la Repubblica Ceca.

(Tragedia nei cieli della Slovacchia: 7 morti dopo esercitazione per un Air Show, video)

Il secondo degli L-410 di fabbricazione estera avrebbe invece finito tragicamente la sua corsa soltanto 2 km dopo il villaggio di Cerveny Kamen, teatro dell’incidente immortalato da numerosi video e fotografie diffuse in queste ore sul web e in particolare sui più popolari social network mondiali.

Tre elicotteri e diverse unità di soccorso hanno tratto in salvo decine di paracadutisti e altri componenti dell’equipaggio degli aerei precipitati dai cieli della Slovacchia occidentale: fino a pochi minuti fa, altalenanti erano le voci su un possibile disperso, poi annoverato nel computo totale delle vittime ufficiali della tragedia.

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, sull’episodio sta già avviando approfondite indagini un’agenzia governativa che dovrà stabilire eventuali responsabilità a vario livello di singoli militari o comandanti protagonisti delle esercitazioni in vista dell’Air Show in programma per domenica prossima 23 agosto e finite in un bagno di sangue intorno alle 10,30 (ora italiana) di stamattina.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017