Excite

Incidente Germanwings, seconda scatola nera in mano agli inquirenti: prove decisive sul suicidio di Lubitz?

  • Twitter @Agenzia_Ansa

Sarà presto analizzato, con l’ausilio dei sofisticati mezzi tecnici a disposizione delle autorità, il contenuto della seconda scatola nera di tipo “flight recorder” rinvenuta sul luogo dell’incidente costato la vita a 150 passeggeri dell’Airbus A320 Germanwings otto giorni fa nei pressi di Barcellonette.

Lubitz e le “tendenze suicide” accertate dagli specialisti: giallo sui referti medici

Dalle indiscrezioni riportate in queste ore su importanti organi d’informazione di livello internazionale come Bild e Paris Match, sembra che siano stati già esaminati diversi file audio estratti dai telefonini delle vittime recuperati nell’area di caduta dell’aereo precipitato in montagna dopo una perdita di quota improvvisa per cause ancora non del tutto chiarite.

La tesi privilegiata dagli investigatori, quella del suicidio di Lubitz con manovra volontaria verso terra ad altissima velocità, sta trovando qualche concreto elemento d’appoggio, sia nei referti delle strutture mediche dove il pilota della Germanwings era stato visitato negli ultimi anni che in testimonianze indirette, anche se nella marcia di avvicinamento alla verità sulla strage nei cieli della Francia serviranno elementi più concreti.

(Squadre di ricercatori in azione sul luogo dell’incidente: i resti dell’aereo Germanwings)

Un contributo importante in tal senso potrebbe arrivare nei prossimi giorni dal resoconto dettagliato sulle conversazioni catturate all’interno dell’aereo dalla prima scatola nera e dai cellulari dei viaggiatori, mentre sul resto (specialmente in merito ai dati tecnici del volo) potrebbe rivelarsi altrettanto decisiva l’analisi del flight recorder ritrovato tra le montagne della Provenza dalle squadre di ricerca impegnate senza sosta nella zona del disastro dalla scorsa settimana.

Intanto l’attenzione dei media francesi, tedeschi e non solo, rimane in gran parte focalizzata sulla personalità “problematica” del pilota della Germanwings forse affetto da una patologia a sfondo depressivo talmente radicata da indurre il 28enne a compiere un gesto estremo ai danni anche di altre persone.

Nei giorni precedenti all’incidente, stando a quanto emerso dalla lettura da parte dei periti della Procura di Dusseldorf della memoria interna al tablet di Andreas Lubitz, il progetto del suicidio sarebbe stato coltivato con crescente convinzione, fino al compimento dell’azione folle culminata nella morte di 150 passeggeri dell’Airbus.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017