Excite

Incidente Roma, padre di uno dei rom ricercati: "Guidavo io, ubriaco". I dubbi della Polizia

  • Twitter @GalvaniM

Potrebbe essere un depistaggio secondo gli investigatori e pertanto è stata accolta con estrema cautela l'autoaccusa del padre di uno dei rom ricercati per l'incidente di Roma, che ha provocato la morte della 44enne filippina Corazon Perez Abordo e 8 feriti, alcuni dei quali con prognosi riservata.

Nomade di 17 anni arrestata per l'incidente in via Battistini a Roma: caccia ai complici

L'uomo si è assunto la responsabilità dell'episodio, dichiarando la propria colpevolezza davanti alle telecamere del TG5 per poi essere ascoltato dagli agenti della Squadra Mobile, mentre la caccia ai due pirati della strada a bordo della Lancia Lybra insieme alla 17enne già arrestata dalle forze dell'ordine prosegue senza sosta.

“Ero ubriaco, la patente mi era stata ritirata” ha confessato il presunto conducente dell'auto killer di via Mattia Battistini, chiedendo agli inquirenti e all'opinione pubblica di credere alla sua versione dei fatti, confermata a caldo dalla moglie ma considerata tutt'altro che ineccepibile dalla Polizia.

(Tensione a Roma dopo la strage in strada a Primavalle: le voci dei cittadini, video)

Scarsa collaborazione, stando a quanto emerso tra ieri e oggi dopo gli interrogatori, finora è stata offerta dalla minorenne fermata a Primavalle e accusata di concorso in omicidio volontario: uno dei motivi di tale silenzio, potrebbe risiedere nel legame diretto della ragazza con uno dei fuggitivi, padre del suo bimbo di dieci mesi.

Intanto la famiglia della colf asiatica uccisa dall'auto lanciata contro la folla a 180 km all'ora, straziata dal dolore per la morte di Corazon, ha accettato l'offerta dell'amministrazione comunale di Roma per la copertura delle spese di esequie e rimpatrio nelle Filippine della salma, accogliendo con moderato sollievo le “scuse” dei parenti dei pirati della strada.

Ottimismo in merito alla possibile cattura in tempi brevi dei nomadi colpevoli della strage di mercoledì sera a Primavalle è stato espresso apertamente nelle scorse ore dal ministro dell'Interno Angelino Alfano, convinto che i due rom “pagheranno caro, fino in fondo” non avendo scampo neanche in caso di fuga verso l'estero.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017