Excite

Incidente Sassano: auto pirata piomba sulla folla davanti al bar, morti 4 giovani

  • Twitter @MediasetTgcom24

Non c’è stato scampo per i due fratelli, Giovanni e Nicola Femminella, travolti ieri pomeriggio dalla Bmw del 22enne Gianni Paciello, lanciata a tutta velocità sulla strada principale del centro di Silla a Sassano dal conducente in stato di ebbrezza prima del violento incidente.

Auto pirata uccide bambino di 3 anni a Ponte Nuovo, killer scappato dopo l’incidente

Quattro morti, tutti di giovane età, un ferito ed una comunità cittadina sconvolta dal tragico episodio: questo il bilancio complessivo di una domenica maledetta per il piccolo comune in provincia di Salerno.

L’impatto della vettura che viaggiava come una scheggia impazzita sul rettilineo incurante della presenza di persone ai margini della carreggiata è stato terribile, così come le conseguenze sui ragazzi seduti ai tavolini del bar “New Club 2000”, di proprietà del padre dei due giovani investiti dall’auto pirata: tre delle quattro vittime sono rimaste uccise sul colpo, mentre il maggiore dei fratelli Femminella ha resistito qualche minuto in più, fino a metà strada nel tragitto verso il pronto soccorso in ambulanza.

Anche il fratello del pilota è deceduto per le gravi ferite riportate nell’incidente, allo stesso modo dell’altro passeggero della Bmw nera di Paciello, ritrovato senza vita a bordo del veicolo vicino al protagonista del sinistro, quest’ultimo fuori pericolo secondo i primi bollettini medici resi noti ieri dall’ospedale di Polla.

(Tragedia a Sassano, muoiono due fratelli e altre 2 persone nello schianto di una Bmw)

Drammatico lo scenario presentatosi davanti agli occhi dei testimoni a partire dal momento della tragedia, con la disperazione del padre (costretto ad assistere in prima persona alla morte dei figli) di Nicola e Giovanni Femminella prima e dei genitori di Gianni Paciello poi.

Sul posto sono sopraggiunti in serata i carabinieri della compagnia di Sala Consilina, chiamati a coadiuvare il procuratore capo di Lagonegro Vito Russo nelle indagini che dovranno fare chiarezza su ogni aspetto relativo all’incidente mortale avvenuto domenica pomeriggio a Silla di Sassano.

I riscontri del test dell’alcool e le testimonianze di conoscenti e comuni cittadini, ad ogni modo, hanno già inchiodato il conducente della Bmw alle proprie responsabilità, lasciando poco spazio a dubbi su quali fossero le abitudini del giovane sassanese al volante, da oggi ufficialmente sotto accusa peromicidio volontario.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017