Excite

Incidente Sinai, 'lampo di calore' vicino all'Airbus: da satelliti Usa la verità sulla tragedia dell'A321?

  • Twitter @MediasetTgcom24

Novità importanti dai satelliti Usa per l’inchiesta sulle cause dell' incidente che sabato scorso ha provocato una strage nei cieli del Sinai con la morte di tutti i 224 passeggeri dell’Airbus russo della compagnia “Metrojet” in volo da Sharm el-Sheikh verso San Pietroburgo.

Aereo russo precipita sul Sinai, è strage: 224 persone morte in volo

Secondo quanto rivelato ieri alla Cnn da una fonte anonima vicina al Pentagono, i satelliti avrebbero rilevato un vistoso lampo di calore manifestatosi in prossimità dell’A321 proprio al momento del disastro aereo sulle alture dell’Egitto e dal numero di tali fiammate potrebbero arrivare indizi decisivi ai fini dell’accertamento della verità sulla sciagura del 31 ottobre scorso.

Non è esclusa ’ipotesi di un attentato, più volte scartata dalle autorità del Cairo in quanto ritenuta infondata e pericolosa per la “stabilità e la sicurezza” del Paese arabo impegnato nella lotta al terrorismo internazionale ed in particolare all’Isis che invece tramite comunicato e video aveva rivendicato l’abbattimento dell’Airbus come ritorsione contro la Russia per la guerra condotta dall’esercito di Putin in Siria.

(Incidente sul Sinai, scatole nere all'esame degli esperti internazionali: vicini alla verità?)

Qualche elemento significativo per le indagini dell’intelligence Usa arriverà dall’esame di dati e registrazioni relative all’incidente dell’A321 precipitato nel Sinai: soltanto se i lampi di calore fossero più di uno, si tornerebbe ad accreditare la pista dell’esplosione per impatto con un missile, mentre in caso contrario la tesi del guasto tecnico o dello scoppio di un ordigno all’interno dell’aereo avrebbe la priorità assoluta.

Molto prudente anche in queste ore il Cremlino, deciso a chiedere la massima collaborazione all’Egitto nelle inchieste sulla tragedia dell’Airbus della Metrojet e non del tutto convinto che l’eventualità di un’azione terroristica (nello specifico, di un attentato a firma Isis) sia da escludere in partenza.

Problema strutturale, abbattimento con missile terra-aria o deflagrazione in seguito all’innesco di una bomba a bordo dell’A321: queste ipotesi sono ancora tutte sul tavolo dei responsabili dell’inchiesta, ma nei prossimi giorni alcuni degli interrogativi in campo per il tragico incidente sul Sinai potrebbero avere risposta grazie all’analisi delle scatole nere ad opera di una commissione internazionale con esperti del Cairo.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017