Excite

Incidente treno Spagna. Almeno 77 vittime a Santiago de Compostela, velocità possibile causa

  • Getty Images

E' gravissimo il bilancio delle vittime dell'incidente ferroviario che ha visto deragliare un treno dell'alta velocità della compagnia statale Renfe nel nord della Spagna: l'incidente ferroviario è avvenuto alle 20.42 mercoledì a quattro chilometri da Santiago de Compostela, in Galizia, quando il convoglio è uscito dai binari provocando 77 vittime e oltre 140 feriti (di cui almeno 15 risultano in gravi condizioni e 5 sono in coma) tra i 218 passeggeri a bordo. Bilancio tragico e ancora provvisorio.

IMMAGINI SHOCK: IL VIDEO DEL DERAGLIAMENTO

LA FOTOSEQUENZA DEL DERAGLIAMENTO

El Pais non ha esitato a definire l'incidente il più grave degli ultimi 40 anni in Spagna: il treno viaggiava sulla linea Madrid - Ferrol quando dieci vetture sono uscite dai binari, alcune si sono capovolte e hanno preso fuoco, altre sono finite in un muro che costeggiava i binari. Addirittura uno dei vagoni avrebbe fatto un volo a 5 metri di altezza. Le prime ipotesi sulle cause attribuiscono l'incidente all'eccessiva velocità in un tratto ritenuto pericoloso dai tecnici. Sul caso la magistratura e la Renfe, società che gestisce le ferrovie spagnole, hanno aperto inchieste per accertare le cause e le dinamiche del deragliamento.

Incidente treno Spagna: le foto da Santiago de Compostela

Sul posto sono intervenuti la polizia nazionale, i vigili del fuoco e il soccorso sanitario. La macchina dei soccorsi ha funzionato celermente, anche grazie al fatto che l'apparato di sicurezza era preparato ad accogliere migliaia di pellegrini a Santiago de Compostela per la festa nazionale di San Giacomo, che si celebra oggi. Proprio in occasione del pellegrinaggio nella città della Galizia, secondo El Mundo on line sul treno vi sarebbe stato un gruppo di giovani italiani, notizia poi smentita dal Ministero degli Esteri. Almeno un italiano sarebbe tra i passeggeri del convoglio deragliato, secondo quanto riportano fonti spagnole: sarebbero in corso verifiche sulla sua identità e sul suo stato di salute. L'Unità di crisi della Farnesina, attraverso la rete diplomatico-consolare in Spagna, è in costante contatto con le autorità locali per verificare l'eventuale presenza di italiani coinvolti nell'incidente.

Rajoy, gaffe sull'incidente del treno a Santiago di Compostela: condoglianze sbagliate

Segui la diretta video da Santiago di Compostela

Il bilancio provvisorio delle vittime è stato confermato dal capo della giunta regionale galiziana, Alberto Nunez Feijoo. Sulle cause della tragedia, inceve, il funzionario ha invitato a non trarre conclusioni affrettate: "E' troppo presto per fare ipotesi e chiarire le dinamiche di quanto è accaduto", ha detto. Tuttavia sembra chiaro che non si tratti di un attentato, ma di un incidente probabilmente dovuto ad errori umani. Le stesse testimonianze dei passeggeri, riportate dai principali quotidiani online spagnoli, hanno raccontato la sensazione che il treno percorresse i binari troppo velocemente quando ha imboccato la curva fatale. Il Pais Online ha intervistato uno dei macchinisti, ferito lievemente nell'incidente: l'uomo ha raccontato che il treno, un Alvia 151 che utilizza gli stessi binari dell'alta velocità e può raggiungere i 250 km/h, al momento dello schianto viaggiava a più del doppio del limite consentito (190 km/h in un tratto che prevede una velocità massima di 80 km/h). Alcuni testimoni hanno raccontato di aver sentito un'esplosione prima dell'incidente.

Anche il governo Rajoy ha fatto sapere che la pista dell'incidente ferroviario è la più credibile sulla scorta delle informazioni finora raccolte, come ha riferito la portavoce del primo ministro dopo una riunione d'emergenza a Madrid alla presenza del ministro dell'Interno e quello dei Lavori pubblici. Proprio il comportamento del primo ministro ha scatenato polemiche e contestazioni: appreso in serata dell'incidente, Rajoy ha fatto sapere che avrebbe raggiunto Santiago de Compostela solo il giorno successivo e non è mancata una brutta gaffe. Poche ore dopo la tragedia un comunicato stampa del premier esprime le condoglianze alle vittime del terremoto nella città di Gansu, in Cina: "Desidero rivolgervi le mie più sentite condoglianze per la perdita di vite umane e per i danni materiali che ha portato il terremoto che ha colpito questa sera la città di Gansu. In particolare voglio inviare le mie più sentite condoglianze ai familiari delle vittime".

Papa Francesco, in Brasile per la Giornata mondiale della Gioventù, ha espresso il suo cordoglio per le vittime. La tragedia si è verificata proprio alla vigilia del Giorno di Galizia, il 25 luglio, quando la Chiesa Cattolica celebra il Santo patrono di Spagna, le cui reliquie si trovano proprio a Santiago: "Molti dei morti e dei feriti erano pellegrini che andavano a Santiago de Compostela per la festa di San Giacomo - ha dichiarato il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi - Il Papa è stato subito informato di questo incidente. E naturalmente è vicino a quanti stanno soffrendo". I festeggiamenti del santo patrono sono stati annullati.

Treno deraglia in Spagna: il video

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017