Excite

'Incontro di civiltà', in Italia record di coppie miste

Una realtà in continua crescita. In dieci anni i matrimoni tra stranieri e italiani si sono quadruplicati. Un aumento del 300% e negli ultimi quattro anni il numero dei bambini nati da coppie miste è aumentato del 22%. Le 300mila coppie miste sposate o conviventi, che vivono oggi in Italia, appaiono, dunque, in controtendenza rispetto ai matrimoni fra italiani.

"Una coppia mista - spiega Mara Tognetti, docente di Politiche migratorie all´università Bicocca di Milano - trasforma le istituzioni, rende normale lo scambio tra culture, dà maggiori chance alla società: i figli che nascono conoscono due mondi, più lingue, più religioni. La società si piega e si trasforma, ma positivamente".

Secondo la ricerca condotta dall´Istat, una coppia mista dura in media 13 anni a Lecce, 7 anni a Milano, 5 anni ad Ancona. In questo caso le probabilità che un'unione mista entri in crisi sono maggiori rispetto ad un matrimonio tra connazionali.

"Non è la religione, che pure incide, il principale elemento di rottura. È la quotidianità che porta ai grandi scontri e nasce dalla difficoltà di riposizionarsi continuamente nei ruoli di una famiglia atipica. Poi ci sono le diversità legate alla differenza di età e di livello d'istruzione. Ma il vero limite delle unioni miste è il fatto di essere ancora isolate dalla nostra società".

Altro elemento critico che destabilizza la coppia mista sono i figli. "Nel Nord Africa - spiega la sociologa - i figli sono sotto la potestà esclusiva del padre. Da qui, il fenomeno dei bimbi rapiti". Ancora più problematica la vita delle famiglie "miste- miste": infatti quando entrambi i coniugi sono stranieri, ma di origine diversa, manca un partner che faccia da mediatore con la realtà sociale che porta la coppia a chiudersi verso l´esterno.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016