Excite

Incubo ladri, il decalogo della Polizia

Con l'arrivo dell'estate e la partenza per le vacanze torna la paura dei ladri. Per evitare brutte sorprese la Polizia ha pensato di dare qualche utile suggerimento. Piccole regole da seguire che però possono rivelarsi assai preziose. Basta organizzarsi e partire cercando di lasciare in sicurezza la propria abitazione.

Sul sito web www.poliziadistato.it c'è una piccola sezione intitolata 'Vacanze: come lasciare in sicurezza l'abitazione'. Sono sufficienti pochi click per trovare utili suggerimenti e consigli.

Ed ecco che nei 'Consigli per la sicurezza della casa' si legge: 'Non dimenticare che i primi posti esaminati dai ladri sono: armadi, cassetti, vasi, quadri, letti e tappeti. E' utile inoltre fotografare i beni di valore che potrebbero essere oggetto di furto'. E come comportarsi quando si è assenti? Per brevi periodi è bene lasciare qualche luce accesa, la radio, il giradischi o il televisore in funzione; chiudere sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti; ricordare che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c'è nessuno; se si lasciano in casa oggetti di valore è bene fotografarli, cosa che in caso di furto ne faciliterà la ricerca; sensibilizzare anche i vicini affinché sia reciproca l'attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell'appartamento, nel caso non esitare a chiamare il 113; se tornando a casa si trova la porta aperta o chiusa dall'interno, non entrare, il rischio è di scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto, meglio telefonare subito al 113.

Se invece si è assenti per lunghi periodi è bene non far sapere ad estranei i propri programmi di viaggi e vacanze; installare, se è possibile, un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione; evitare l'accumularsi di posta nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla; non divulgare la data del propri rientro e, anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sulla propria assenza.

La Polizia ricorda, poi, che un'abitazione sicura deve avere porte e finistre sicure; se è possibile è bene installare un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento; se l'interruttore della luce è all'esterno, deve essere protetto con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente; sempre meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore; ricordare che luce e rumore tengono lontano i malviventi, se si è soli è bene tenere la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone; quando si è in casa è bene tenere la porta protetta col paletto o la catena di sicurezza; se si ha bisogno della riproduzione di una chiave deve essere incaricata una persona di fiducia evitando possibilmente di riportare su targhette nome e indirizzo; se si perde la chiave di casa o si subisce uno scippo o un borseggio, la serratura deve essere cambiata; uscendo e rientrando, assicurarsi sempre che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi; non far sapere, fuori dall'ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell'allarme. In caso di pericolo bisogna chiamare subito il 113.

Foto: lastampa.it

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017