Excite

India, dottori estraggono 232 denti a un 17enne: "Tumore benigno li faceva ricrescere all'infinito"

  • Getty Images

Tutt’altro che di routine, l’intervento effettuato dallo staff di odontoiatri del Dipartimento di Bombay, coordinato dal dottor Sunanda Dhiware, per contrastare una forma benigna di tumore tecnicamente definito odontoma composto.

Chirurgia dentale, tecniche e costi per le prestazioni più richieste

Al paziente, un diciasettenne di nome Ashik Gavai, è toccato affrontare qualcosa come l’estrazione di ben 232 denti, riformatisi di volta in volta per via dell’anomala crescita sotto le gengive di una formazione che da oltre un mese interessava la mascella inferiore provocando fastidi di crescente intensità all’adolescente.

Convinto della necessità di un controllo dal dentista per accertare l’origine dei problemi all’arcata dentale del ragazzo, il padre di Ashik si è rivolto agli specialisti della struttura di Mumbai, ottenendo un’assistenza tempestiva grazie anche all’immediata diagnosi del direttore del reparto.

(Bombay, equipe di odontoiatri estirpa tumore composto levando 232 denti al paziente)

Non dei più semplici, dopo una prima visita ed uno studio approfondito della letteratura specialistica e della casistica su patologie assimilabili a quella sofferta del giovane Gavai, il lavoro condotto in squadra dai medici sotto la supervisione del professore Dhiware, che ai microfoni della Bbc ha descritto le tecniche usate per il delicatissimo intervento: “Tagliare le gengive non era compito facile” ha precisato il capo del Dipartimento di Odontoiatria dell’ospedale indiano, facendo presente che il tumore riscontrato al paziente era di rara complessità.

Lo stesso dottore si è poi spinto a raccontare nel dettaglio ai giornalisti dell’emittente britannica alcune particolarità dell’operazione, fino a riferire dell’uso di strumenti non proprio convenzionali come scalpello e martello per sradicare una ad una quelle “piccole perle” che ricrescevano all’infinito a causa della malattia sviluppata dallo sfortunato ragazzino di 17 anni.

Solitamente, tale forma di anomalia si concentra nella mascella superiore, mentre nel caso di Ashik Gavai i denti si formavano in continuazione, raggiungendo la cifra record menzionata dai medici di Bombay, all’interno dell’arcata inferiore, con conseguenze dolorossissime per l’adolescente che adesso dovrebbe aver superato la fase peggiore della patologia.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017