Excite

Inseguito e ucciso dalla polizia: così si muore a New York

  • Corriere.it

A raccontarla così sembrerebbe una delle tante scene d'azione che si girano sui set hollywoodiani. Ma non siamo a Los Angeles e questa storia non è frutto della fantasia di uno sceneggiatore: nella centralissima Time Square a New York un uomo nord-africano, armato solo di un coltello da cucina, è stato inseguito e poi ucciso a colpi d'arma da fuoco dagli agenti della polizia.

Sparatoria a Time Square: guarda il video

La vittima è un cinquantenne nord-africano, probabilmente ubriaco, fermato dalla polizia perchè stava fumando uno spinello: secondo i testimoni, alla richiesta degli agenti di mostrare i documenti, avrebbe reagito tirando fuori un coltello da cucina per minacciarli, indietreggiando tra le auto in sosta. Gli agenti hanno tentato di fermarlo intimandogli di abbassare l'arma e cercando di stordirlo con uno spray al peperoncino, ma senza riuscirci.

Inizia così la fuga dell'uomo, che si concluderà nel più terribile dei modi. Una sequenza scioccante di immagini che sta facendo il giro del mondo. Dopo un breve inseguimento da parte degli agenti, l'uomo verrà infatti colpito da una raffica di spari: decine di colpi sparati all'impazzata nel bel mezzo della piazza affollatissima. Una scena quasi surreale per le centinaia di presenti che nell'arco di pochi minuti hanno assistito ad un omicidio a sangue freddo.

L'uomo non ha avuto scampo: si è accasciato tra le urla dei passanti lungo la 7th Avenue, colpito al petto da diversi proiettili. Trasportato d'urgenza in ospedale, è morto poco dopo. La vicenda non ha avuto grande risalto nei telegiornali americani: raccontata come un qualunque fatto di cronaca, è passata quasi inosservata tra le news di politica e quelle economiche, perchè morire per mano dello Stato, in America non fa notizia.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017