Interrogato Riccardo Bianchi, così ha ucciso Ilaria e Gianluca Palummieri

  • Foto:
  • cittaoggiweb.it

Riccardo Bianchi, il 21enne che ha ucciso l'ex fidanzata Ilaria Palummieri, anche lei di 21 anni, e l'amico, nonché fartello della ragazza, Gianluca Palummieri, 20 anni, è stato sottoposto ieri all'interrogatorio di garanzia. Davanti al gip il ragazzo, accusato di duplice omicidio volontario e violenza sessuale, si è mostrato confuso, ma ha dato la sua versione dei fatti.

Bianchi ha confermato l'omicidio e le sevizie sul corpo della ragazza, che è stata picchiata e torturata. Ma il giovane non sembra essere riuscito a dare un movente e tanti sono i punti oscuri di questa tragica vicenda. Ad esempio dove si trova il coltello con il quale Riccardo ha ucciso Gianluca? I poliziotti lo stanno cercando. E come ha fatto il ragazzo da solo a caricare nel bagagliaio della sua Panda il cadavere di Gianluca e ad abbandonarlo in una strada di Rho? Eppure gli inquirenti sembrano escludere la presenza di complici. Nei prossimi giorni si conosceranno i risultati degli esami tossicologici, verranno poi eseguite altre analisi e le autopsie, che forse faranno luce su quanto avvenuto la notte tra mercoledì e giovedì scorso. Non solo, gli investigatori sono in attesa dei tabulati telefonici.

Secondo quanto raccontato dallo stesso Riccardo al gip Stefania Donadeo e al pm Cecilia Vassena, Riccardo alle 2 di notte tra mercoledì e giovedì, a Cesano Boscone, ha ucciso Gianluca Palummieri con almeno venti coltellate, lo ha poi caricato nel bagagliaio della sua Panda. A quel punto è salito in casa di Ilaria, sorella di Gianluca, nonché sua ex fidanzata, che non vedeva da oltre un mese. Riccardo è entrato nell'appartamento utilizzando le chiavi di Gianluca. Una volta afferrata, ha legato la ragazza al letto, l'ha violentata per ore, le ha stretto i fili del joystick della Xbox intorno alle gambe e poi l'ha uccisa con un sacchetto di plastica in testa.

Il ragazzo ha poi raccontato agli investigatori di averla vegliata per ore, facendo avanti e indietro. Riccardo si è poi cambiato gli abiti sporchi indossando quelli puliti di Gianluca trovati nel suo armadio. Verso le 22.00 ha preso un lenzuolo con il quale ha avvolto il cadavere di Gianluca, che ha poi abbandonato in un cassonetto di Rho. A quel punto è tornato a casa.

I genitori di Riccardo hanno nominato un legale in sostituzione di quello d'ufficio, il suo nome è Gianluigi Bonifati del Foro di Lodi. Nei prossimi giorni Bonifati potrebbe chiedere un nuovo interrogatorio.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014