Excite

Iran, donna accecata e sfigurata grazia il suo aggressore

  • LaPresse

Era stata accecata e sfigurata con l'acido da un uomo, ma all'ultimo ha deciso di salvare il suo aggressore. Protagonista di questa storia raccontata dalla tv di Stato iraniana, Ameneh Bahrami. A quanto pare, la giovane ha deciso di non applicare la legge del taglione prevista in Iran e di graziare così il suo aggressore, Majid Movahedi. La decisione è stata presa all'ultimo, proprio nel giorno in cui l'uomo avrebbe dovuto essere accecato a sua volta.

Il procuratore di Teheran, Jafar Dolatabadi, ha confermato la notizia all'agenzia Isna. Jafar Dolatabadi ha tuttavia spiegato che la giovane iraniana pur rinunciando all'accecamento del suo aggressore, previsto dalla Sharia, ovvero la legge islamica, esige comunque di essere risarcita in base al principio del 'prezzo di sangue'.

L'aggressione risale al 2004 quando l'uomo, Majid Movahedi, respinto da Ameneh Bahrami a cui chiedeva di sposarlo, ha gettato dell'acido sul volto della donna, sfigurandola e facendole perdere l'uso degli occhi. Quattro anni più tardi, nel 2008, Majid Movahedi è stato condannato a essere a sua volta accecato con gocce di acido sugli occhi. Adesso la tv di Stato iraniana ha fatto sapere che 'Ameneh Bahrami, vittima di un'aggressione con acido, ha perdonato all'ultimo minuto il suo aggressore, Majid, rinunciando al suo diritto ad avvalersi della legge del taglione'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017