Excite

Iscrizioni scuola online al via, il sito Miur già in tilt: il 28 febbraio la scadenza

  • Getty Images

Sono partite oggi le iscrizioni per l'anno scolastico 2013-2014, le prime da effettuare esclusivamente con modalità telematica: da quest'anno, infatti, per iscrivere i proprio figli al primo anno di qualsiasi corso di studi (fa eccezione la sola scuola dell'infanzia), le famiglie dovranno necessariamente utilizzare la rete Internet.

Iscrizioni scuola online, i presidi: "Assisteremo le famiglie". Guarda il video

Una novità assoluta rispetto agli anni passati, quando la modalità di iscrizione online era semplicemente facoltativa, utilizzata da parte di chi volesse effettuare la procedura con notevole risparmio di tempo. Da quest'anno invece, la logica della spending review ha imposto il solo mezzo telematico per l'invio delle domande di iscrizione: una procedura che riguarda un milione e 700mila studenti che si affacciano ad un nuovo ciclo di studi e che, a detta del Ministero dell'Istruzione, sta funzionando regolarmente dalla mezzanotte scorsa.

In realtà alcuni problemi ci sono stati, soprattutto per coloro che hanno cercato di collegarsi all'indirizzo web del Miur in mattinata: l'eccessivo afflusso di utenti ha mandato in tilt il sito. Si è verificato, infatti, un blocco temporaneo delle pagine da cui accedere al sistema delle iscrizioni online: un problema che non ha risparmiato nemmeno gli istituti scolastici, nonostante questi godano di una rete interna di collegamento con il sito del Ministero. L'inconveniente si è comunque risolto in breve tempo: dopo il blocco iniziale, il sistema non ha più riscontrato intoppi, tanto che a metà giornata erano già oltre 13mila le domande pervenute.

Le famiglie che devono iscrivere i propri figli al primo anno di scuola possono collegarsi al sito del Miur oppure direttamente al sito web www.iscrizioni.istruzione.it: il primo passaggio è la registrazione on line per ottenere una password di accesso, dopodichè inizia la vera e propria fase di compilazione della domanda con l'indicazione della scuola scelta. Una volta inoltrata la domanda, una mail avviserà i genitori dell'avvenuta recezione da parte del sistema "Iscrizioni on line". E sempre via Internet si potrà controllare l'iter della pratica.

La modalità di iscrizione online è obbligatoria per tutte le scuole statali (non per quelle private), ma dal Ministero precisano che non deve esserci alcuna fretta nella compilazione delle domande, visto che il sistema Iscrizioni on line è attivo 24 ore su 24 e c'è tempo fino al 28 febbraio. Peraltro l'ordine di arrivo non connota alcuna priorità: anche in caso di sovrabbondanza di iscrizioni per uno stesso istituto, saranno adottati criteri di selezione diversi dall'ordine cronologico di arrivo delle domande, come l'area geografica di residenza o la frequenza della scuola da parte di fratelli o sorelle.

Allo stesso modo, non c'è alcun motivo di preoccupazione per coloro che non fossero dotati di una connessione internet e di un pc o che nutrano delle perplessità in merito alla procedura: i presidi degli istituti scolastici hanno messo a disposizione i terminali delle segreterie per offrire ai genitori un supporto tecnico ma anche un'assistenza nella compilazione della domanda, come richiesto dal Ministero e dalle associazioni dei consumatori.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017