Excite

Killer Brindisi, un video lo incastra

  • Repubblica.it

Il killer di Brindisi, responsabile dell'attentato nella scuola Morvillo-Falcone, in cui è rimasta uccisa la studentessa 16enne Melissa Bassi, ha le ore contate. Almeno da quanto sostengono le autorità che stanno analizzando un video, sconvolgente, in cui appare l'attentatore. Le immagini del filmato di sorveglianza di un chiosco vicino alla scuola, il Panino dei desideri, mostrano infatti, un 50enne in giacca scura, pantaloni chiari e scarpe da ginnastica che aziona il telecomando che ha innescato l'ordigno.

Le foto dell'esplosione

Le foto di Melissa Bassi

Nel video l'uomo attende prima di attivare il sensore fino al passaggio delle studentesse: segue l'esplosione. Il killer si allontana senza fretta. A questo punto sembra ormai lontana l'ipotesi della matrice mafiosa dell'attentato. Le indagini hanno preso una direzione precisa: "Ci è sembrato di poter escludere la matrice mafiosa- ha spiegato il Procuratore di Brindisi, Marco Dinapoli - potrebbe essere un gesto isolato, ma non escludiamo la matrice politica e non escludiamo che dietro il singolo attentatore materiale possano esserci altre persone".

L'uomo potrebbe, infatti, non aver agito da solo. È un'altra delle ipotesi che stanno vagliando gli investigatori, pur ribadendo che allo stato la pista più plausibile è quella del gesto isolato. La circostanza emergerebbe dalla testimonianza di un uomo e di una donna che hanno raccontato di aver intravisto nel corso della notte qualcuno portare il cassonetto nel punto in cui poi è esploso. Quando i pm hanno mostrato loro foto e identikit, però, i due non l'hanno riconosciuto. L'uomo che hanno visto loro sarebbe diverso, almeno apparentemente, da quello immortalato dalle telecamere. Intanto da ieri un ex sottufficiale dell'aeronautica è indagato con la terribile accusa di omicidio e strage: la sua somiglianza con l'uomo del video aveva già indotto gli investigatori a interrogarlo la sera dell'attentato. Lui naturalmente ha negato ogni accusa.

Il procuratore capo di Brindisi, Marco Dinapoli, ha un'idea del profilo dell'assassino: "E' un folle che, forse, ce l'ha con il mondo intero, esperto di elettronica e di esplosivi. Che si confeziona, forse in casa, una micidiale bomba per una strage. E poi la mette in atto".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017