Excite

La Lombardia sul caso Englaro: "Non sospenderemo le cure"

"Il personale sanitario non può sospendere l'idratazione e l'alimentazione artificiale del paziente". Arriva adesso la lettera di Carlo Lucchina, direttore generale della Sanità della regione Lombardia indirizzata al padre della giovane Eluana Englaro.

Stop alle cure di Eluana, sei d'accordo?

Le foto di Eluana

Beppe Englaro, a cui era stato finalmente concesso, lo scorso luglio, di interrompere il trattamento di idratazione ed alimentazione forzata che tiene ancora in vita Eluana, in coma vegetativo da 16 anni, aveva presentato la richiesta alla Regione per sapere in quale struttura sanitaria far ricoverare la figlia.

"La richiesta da Lei avanzata - scrive in sostanza Lucchina - non può essere esaudita in quanto le strutture sanitarie sono deputate alla presa in carico diagnostico-assistenziale dei pazienti. In tali strutture, hospice compresi, deve inoltre essere garantita l'assistenza di base che si sostanzia nella nutrizione, idratazione e accudimento delle persone".

Per il padre di Eluana si tratta solo di "una questione legale: c’è un decreto e deve essere eseguito, quindi seguiremo tutte le vie legali perchè ciò avvenga. Andro' avanti finche' non sara' eseguito il decreto che ho in mano e che mi consente di interrompere le sofferenze di Eluana".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016