Excite

La Sapienza attende il Papa tra favorevoli e contrari

Il "giovedì santo" si avvicina e gli animi cominciano a scaldarsi a La Sapienza. L'ateneo romano sembra essere tornato in questi giorni ai tempi della goliardia politica degli anni '70: striscioni che inneggiano a Galileo, al laicismo del sapere, attacchi al Papa "ma anche" a Veltroni.

Guarda le foto de La Sapienza invasa dagli striscioni "no Pope"

Sei favorevole o contrario al discorso del Papa per l'apertura d'anno accademico?
Vota il nostro sondaggio

Era da tanto che la cittadella universitaria non respirava un'aria di protesta così forte e, soprattutto, diffusa e trasversale. No, non esiste un fronte comune politico e scientifico contrario a Ratzinger in facoltà. Il trasversalismo investe invece due categorie spesso in lotta tra loro più dei politici stessi: stiamo parlando di docenti e studenti.

La contrarietà all'affidamento dell'apertura d'anno accademico alle parole di Papa Benedetto XVI ha mobilitato gli animi al punto da "unire nella lotta" gli studenti di sinistra e ultra sinistra e ben 67 docenti universitari tra cui tutti i più noti fisici dell'ateneo. Facile collegare l'astio della scienza italiana alle dichiarazioni papali del 15 marzo 1990: un Ratzinger ancora vescovo affermava: "Il processo della Chiesa contro Galileo fu ragionevole e giusto". Come biasimare i "figli diretti" del grande scienziato pisano?

Tale circostanza è stata ricordata tramite una missiva al rettore Guarini, promotore dell'ospitata. La sua risposta: "Al di là delle divergenze di opinioni bisogna accogliere Benedetto XVI come un uomo di grande cultura e di profondo pensiero filosofico, come messaggero di pace e di quei valori etici che tutti condividiamo" .

Discorso papale confermato quindi, con soddisfazione di studenti e docenti di PD e centrodestra. L'accoglienza riservata al pontefice si annuncia però movimentata; assisteremo nell'ordine a: "Frocessione per i diritti negati" (pittoresca marcia di studenti vestiti da frociati" che raggiungeranno San Lorenzo in concomitanza con la visita di Benedetto XVI); "Sbattezzo" della città universitaria con dosi massicce di vinsanto; proiezioni di documentari sulla legge 40; dibattiti su evoluzionismo e creazionismo e "assedi sonori" al Papa a base di musica reggae. Qui il programma "no Pope" completo.

Il tutto per ora è solo annunciato, il rettore non ha dato, al momento, alcuna autorizzazione. Aspettiamo giovedì.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016