Excite

La storia dell'organista della Cattedrale di Lecce che vuole diventare donna

Dopo aver suonato come organista e diretto il coro per 18 anni nella Cattedrale di Lecce, Marco della Gatta, 46 anni, sposato e con due figli, un ragazzo di 18 anni e una ragazza di 15, è stato allontanato dalla Curia il 31 agosto perché ha deciso di cambiare sesso. A spingere Marco, o meglio Luana Ricci, a rendere nota la storia è stato il modo in cui è stato allontanato, "senza una spiegazione". Luana ha spiegato: "Mi sono diplomata in pianoforte al Conservatorio di Lecce nel 1984 e poi in musica jazz a quello di Bari. Dal '91 ho seguito tutta l'attività musicale liturgica del Duomo senza mai interruzioni. Nessuno si è mai lamentato del mio lavoro, anzi non sono mai mancati i riconoscimenti di stima e affetto".

Ma ora qualcosa è cambiato. "Il benservito avuto il 31 agosto scorso è il primo episodio di intolleranza subito da quando, venti mesi fa, ho intrapreso il mio percorso verso l'operazione che mi trasformerà definitivamente in una donna - ha detto Luana - per il momento, con il supporto medico dell'Onig, sto soltanto assumendo ormoni femminili".

La musicista ha raccontato di aver impiegato trenta anni per accettarsi. "Avevo 13 anni quando mi sono accorta che la mia sensibilità, la mia visione del mondo erano diverse da quelle degli altri ragazzi - ha detto Luana - non ho capito subito, però, a cosa fosse dovuto il mio disagio. La vera svolta c'è stata otto anni fa, quando ho perso mio padre. In quel momento, di fronte alla perdita di una persona cara, ho capito che non potevo morire senza aver realizzato pienamente me stessa. So che il percorso che dovrò affrontare è difficile, ma sono pronta ad affrontare qualsiasi cosa, anche la più estrema".

Una presa di coscienza difficile, vissuta spesso con sofferenza. "Volevo dimostrare di essere un uomo, soprattutto a me stesso - ha raccontato la musicista - nel 1989 mi sono sposato e dal matrimonio sono nati due splendidi figli. Ho vissuto con la mia famiglia fino a marzo scorso e con loro ho un rapporto splendido. Quando ho deciso di seguire una strada diversa, ho prima parlato con mio figlio, che ha accettato la mia scelta, poi, insieme a mia moglie e mio figlio, abbiamo spiegato la situazione alla ragazza, che ha ascoltato senza commentare. Immagino che soffrano per la mia lontananza da casa, ma li sento tutti i giorni".

Luana ha spiegato che il suo impegno nella Cattedrale è sempre stato serio e rispettoso. Nonostante la musicista avesse cominciato a vestirsi da donna già quattro anni fa, quando si è recata in Cattedrale ha sempre indossato abiti maschili "per rispetto nei confronti di chi non accetta la mia scelta". Ma ora che è stata allontanata senza un perché dopo diciotto anni di servizio Luana ha deciso di far valere i suoi diritti in sede giudiziaria. "Il mio lavoro è solo quello di musicista e ho uno stile di vita ordinario - ha afefrmato Luana - merito rispetto non fosse altro per il coraggio di essere me stessa".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016