Excite

La storia di Marinella Colombo e dei suoi figli. Per lei ora l'arresto

Marinella Colombo è stata fermata e portata nel carcere di San Vittore, a Milano. La donna milanese aveva portato in Italia, dalla Germania, i suoi figli di sei e dieci anni e per questo nei suoi confronti l'autorità giudiziaria tedesca aveva emesso un mandato d'arresto europeo. Più volte intervistata dai media, la donna aveva chiesto giustizia e il diritto di poter fare da mamma ai suoi figli.

Quella della signora Colombo è una storia difficile, di cui protagonista non solo è la rottura del suo matrimonio, con tutto ciò che ne consegue, ma anche la giurisdizione tedesca in tema di affidamento quando in ballo ci sono genitori stranieri. Una volta separatasi dal marito tedesco la donna è dovuta tornare a Milano per motivi di lavoro ed è stato in quel momento che ha avuto inizio il suo calvario. Dopo la rottura del suo matrimonio in Germania alla signora Colombo, infatti, sono stati sottratti i figli.

La donna è stata fermata quando, ieri mattina, si è presentata spontaneamente al tribunale dei minori di Milano per l'udienza sul ricorso presentato dal suo legale, l'avvocato Laura Cossar, sul rimpatrio dei piccoli dalla Germania. Terminata l'udienza, intorno alle 13.30, la donna è stata posta in stato di fermo e portata a San Vittore sulla scorta di un mandato di arresto europeo emesso dall'autorità giudiziaria tedesca per sottrazione di minore.

Filippo Jarach, che si occupa delle relazioni con la stampa per conto dell'avvocato Cossar, ha spiegato che i legali presenteranno un ricorso al tribunale delle Libertà con la richiesta per la signora Colombo degli arresti domiciliari, dopodiché si dovrà attendere la prossima udienza, fissata per il 10 novembre, in cui la Colombo chiederà che vengano ascoltati i bambini e il blocco del rimpatrio dei piccoli chiesto dalle autorità tedesche.

Foto: youtube.com

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017