Excite

La storia di Storm, il bimbo senza sesso

In Canada una coppia di genitori ha deciso di far crescere il/la proprio/a figlio/a senza inculcargli/le alcun modello comportamentale. In poche parole senza fargli/le sapere se è maschio o è femmina. Nessuno, a parte ovviamente le due ostetriche e un vecchio amico di famiglia, dovranno sapere se Storm, di soli 4 mesi, è un lui o una lei. In questo modo potrà crescere libero/a da ogni condizionamento.

Un esperimento piuttosto bizzarro, ma che, come raccontato dal quotidiano Il Corriere della Sera, era già stato fatto negli anni Settanta da un'altra coppia, senza però grandi risultati.

La volontà dei genitori di Storm, Kathy Witterick e David Stocker, è di far crescere la propria creatura senza alcun condizionamento di genere. Lo stesso hanno fatto con i due precedenti figli senza però grande successo. E secondo la coppia il fallimento è derivato dal fatto che tutti intorno ai bimbi conoscevano il loro sesso, finendo, inevitabilmente, per condizionarli. Così con Storm hanno deciso di mantenere il più assoluto riserbo. Come e se ce la faranno non si può sapere. Anche se i dubbi sono molti.

Ma Kathy Witterick e David Stocker hanno le idee molto chiare. Secondo i due, finché i caratteri sessuali non emergono prepotentemente, educare un piccolo a essere sé stesso è un dovere fondamentale. Ma nonostante la loro determinazione, l'esperimento sembra destinato a fallire. Secondo Melissa Hines, psicologa specializzata nello sviluppo di genere all'Università di Cambridge, essere veramente neutrali nell'educazione è una sfida persa nel lungo periodo, anche se cercare di non dare troppi condizionamenti è indubbiamente un tentativo apprezzabile.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017