Excite

La storia vera dei bimbi che invecchiano come Benjamin Button

  • Twitter @Infokids

La vita è come un film, anzi a volte più crudele: se nella finzione cinematografica le storie sono spesso frutto della licenza poetica di registi e autori, anche quando prendono spunto dalla realtà, le cronache di tutti i giorni non lasciano spazio alla fantasia mettendo in luce fatti a dir poco drammatici.

Bambino apre ovetto Kinder e trova una sorpresa shock

Analogamente alla vicenda raccontata a suo tempo dalla pellicola premio Oscar di David Fincher Il curioso caso di Benjamin Button (con Brad Pitt), il precoce invecchiamento fisico legato agli effetti della Progeria ha tolto la gioia di vivere a due bambini, fratello e sorella, costretti a subire alterazioni continue dello sviluppo senza speranza di guarigione.

Si chiamano Anjali Kumari e Keshav Kumar i protagonisti della storia vera, ben più sconvolgente rispetto a quella conosciuta dagli appassionati di cinema e tratta da una breve opera narrativa dello scrittore americano Francis Scott Fitzgerald, adesso oggetto d’inchiesta giornalistica del "Daily Mail".

(Bambini affetti da Progeria: esistono cure contro l'invecchiamento precoce?)

Il tempo consuma inesorabilmente il fisico dei piccoli affetti da sindrome di Hutchinson-Gilford: a differenza di quanto accaduto al personaggio de Il curioso caso di Banjamin Button, i bambini colpiti dalla malattia che li fa invecchiare giorno dopo giorno possono solo assistere passivamente all’alterazione del loro sviluppo, dovendo fare tra l'altro i conti con insulti e discriminazioni sia a scuola che nei luoghi riservati in generale ai più piccoli.

“Vorrei essere trattata almeno come una persona normale e accettata per quello che sono” ammette la bimba di 7 anni intervistata di recente dai giornalisti britannici: come se non bastasse, epiteti del tipo “nonna”, “vecchia signora” e persino “scimmia” rappresentano il suo amarissimo pane quotidiano tra i banchi dell’istituto d’istruzione elementare frequentato.

Dal volto deformato per via degli effetti devastanti sindrome di Hutchinson-Gilford ai vistosi segni di “anzianità” sul resto del corpo, nulla sfugge alla scure della patologia e la mancanza di rimedi terapeutici non fa che aggiungere ulteriore sofferenza ad una vita che neanche il più drammatico dei film riuscirebbe a raccontare in tutta la sua incredibile crudeltà.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018