Excite

San Giorgio a Cremano, 2 morti in un agguato

Davanti un'officina di San Giorgio a Cremano, nel Napoletano, sono stati uccisi Luigi Formicola, 56 anni, e Vincenzo Liguori, 57 anni. Ma alla tragedia si è aggiunta tragedia. La figlia di uno dei due uomini, infatti, è la cronista de Il Mattino inviata sul luogo del delitto per fare il servizio. La donna, che per il quotidiano si occupa di cronaca nera nell'area vesuviana, ha così scoperto brutalmente dell'uccisione del padre. Ma ecco i fatti.

L'officina era di Liguori. I due uomini sono stati uccisi da killer con caschi e pistola, giunti davanti all'officina a bordo di una moto. Gli assassini volevano uccidere Luigi Formicola, già noto alle forze dell'ordine. Ma prima di fuggire, o meglio dopo aver fatto pochi metri, i killer hanno sparato contro Liguori, probabilmente perché testimone del delitto.

Le immagini dell'agguato avvenuto a San Giorgio a Cremano

I carabinieri stanno ora ricostruendo la dinamica dell'agguato. A quanto pare Liguori stava parlando in strada con Formicola, obiettivo dei killer, quando i sicari sono giunti a bordo di una moto, armati e con i volti coperti. Formicola è stato subito ucciso, poi è iniziata la fuga, ma dopo qualche metro i killer sono tornati indietro ed hanno ucciso Liguori. Probabilmente i killer hanno deciso di uccidere anche il meccanico per paura di essere riconosciuti.

Vincenzo Liguori, ucciso perché testimone, era il padre di Mary Liguori, cronista de Il Mattino, che era stata mandata dal giornale proprio a seguire il duplice omicidio a San Giorgio. Una volta giunta sul luogo dell'agguato la cronista ha scoperto che una delle due vittime era proprio il padre. La redazione, non appena si è accorta della tragica circostanza, ha cercato di richiamare la cronista, ma ormai era troppo tardi.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017