Excite

Lando Buzzanca: "Suicidio? Mi sono solo tagliato con un bicchiere"

  • Getty Images

Nessun tentato suicidio, non ha voglia di farla finita Lando Buzzanca: da quando tre giorni fa è stato ricoverato all'ospedale Santo Spirito di Roma, si sono rincorse diverse versioni su cosa sia accaduto realmente all'attore nella sua casa romana. Inizialmente, la notizia battuta dall'Ansa parlava di un tentato suicidio, spiegando che Buzzanca si sarebbe tagliato le vene dei polsi. Qualche ora dopo il fratello e il figlio dell'attore hanno smentito la versione delle agenzie: trattasi di un semplice malore dovuto allo stress e al caldo.

Lando Buzzanca, tentato suicidio per una scrittura rifiutata: l'attore si sarebbe tagliato le vene

In un'intervista al Corriere della Sera, è stato lo stesso attore a spiegare che non ha tentato di uccidersi, ma si è sentito male mentre stava facendo un bagno per rilassarsi dopo le fatiche del set e si è tagliato con i cocci di un bicchiere: "Avevo lavorato tutta la giornata fino a tarda sera - ha raccontato Lando Buzzanca al quotidiano di via Solferino - Ho trascorso una notte insonne. La mattina mi sono alzato all’alba e, per rilassarmi, ho deciso di non farmi la doccia ma un bagno disteso nella vasca. Mi sono portato un bicchiere di aranciata fresca. Forse mi sono disteso troppo, i riflessi si sono allentati. Il bicchiere è scivolato dal bordo della vasca e mi sono ferito per raccoglierne i pezzi che rischiavano di ferirmi anche peggio.. E poi non so... devo aver perso i sensi...".

Un malore che dunque non avrebbe alcuna relazione con il tentato suicidio rilanciato dagli organi di stampa subito dopo il ricovero dell'attore, soccorso da una persona che lavora nella sua residenza a Roma. Peraltro, Buzzanca conferma al Corriere di essere impegnato nelle riprese de Il Restauratore 2, fiction di Rai1 che lo scorso anno ha raccolto un buon successo di pubblico, tanto da essere riconfermata per una seconda stagione: "Ma figurati se uno si suicida mentre sta lavorando a un progetto di otto puntate in tv! Fra l’altro, questa nuova serie del Restauratore sta venendo meglio della prima".

Buzzanca ha anche parlato dei presunti problemi di memoria che avrebbero lo avrebbero messo in difficoltà sul set, citati peraltro anche dal figlio Massimo sulla sua pagina Facebook nel comunicato che spiegava le ragioni del malore da stress subìto dal padre: "Vorrei vedere gli altri a recitare in maniera decente con i copioni che vengono cambiati in continuazione: per un solo episodio ne scrivono una tonnellata! Io mi preparo sul primo che mi danno, arrivo sul set e me ne danno un altro perché hanno cambiato le battute (...) È una catena di montaggio! Una gabbia di matti! Devi lavorare senza pensare ed è gravissimo".

Ad ogni modo, le difficoltà imposte dal ritmo serratissimo e dai meccanismi delle produzioni tv, non sarebbero collegate ad alcun tentato suicidio. Nessun riferimento, nell'intervista al Corriere, a quel periodo buio della sua vita in cui dopo la morte della moglie confessò di aver vissuto una forte depressione. Oggi l'attore dice di temere solo "la malattia", ma non la morte e nemmeno il tempo che passa. E ci scherza con la sua proverbiale ironia: "La vecchiaia? Ma se mi danno vent’anni di meno! L’attore Rodrigo Guirao Diaz, come me in Terra ribelle, disse: Buzzanca acchiappa più donne di me!".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017