Excite

Lapo Elkann: "Abusi sessuali in collegio quando avevo 13 anni". La rivelazione del rampollo degli Agnelli

  • Getty Images

A proposito di Lapo Elkann. Il rampollo di casa Agnelli si racconta in una lunga intervista a Il Fatto Quotidiano e tira fuori una verità che è uno schiaffo in pieno volto: "Da quando ho compiuto 13 anni ho vissuto cose dolorose che poi mi hanno creato grosse difficoltà nella vita. Cose capitate a me e ad altri ragazzi. Parlo di abusi fisici. Sessuali. Mi è accaduto. Li ho subiti".

Martina Stella e Lapo Elkann amici: "Ha conosciuto mia figlia Ginevra"

Nessuna reticenza, molta schiettezza e un obiettivo: "Voglio aiutare chi ha passato quello che ho passato io". "Parlare è giusto", spiega il figlio di Margherita Agnelli e Alain Elkann, "ma facendo qualcosa di utile, di positivo" e per questo "sto pensando a una fondazione". E così, il protagonista glamour del jet set internazionale, con un passato turbolento e un presente di fidanzate bellissime e multe a fuoriserie camouflage e pied de poule parcheggiate ovunque tranne dove consentito, ma anche di presidente di una società - Italia Independent - fiore all'occhiello dell'imprenditoria italiana, getta la maschera.

Lapo Elkann e Karl Lagerfeld insieme per una collezione di occhiali da vista e da sole

Una scelta che se si immagina mai facile, nel caso di Lapo lo è ancora meno: per la sua notorietà, naturalmente, ma soprattutto perché "quando si ammazza il tuo miglior amico ti metti in discussione". Un migliore amico "che era in collegio con me per quasi 10 anni e ha vissuto quello che ho vissuto io". Ed è stata questa la molla che ha spinto il giovane Elkann a dire la verità e a fare i conti con il passato: "Ho dovuto fare un enorme lavoro su me stesso, anche vedere cose che non avevo voglia di vedere. Non nasconderle più. Non nascondermi. Ho dovuto essere sincero con me stesso e con gli altri", racconta.

Un'altra perdita nella vita costellata di lutti di Lapo: Edoardo, il nonno Gianni, Giovannino, Umberto e il cugino Filippo. "Mi mancano tutti", confessa il giovane, "però Edoardo era una persona speciale. Atipica. Che ha vissuto una vita estremamente travagliata". Morto in circostanze misteriose nel 2000, dopo un'esistenza segnata dalla droga e da un conflitto insanabile tra chi era e chi voleva essere, lo zio ha lasciato un segno indelebile nella vita di Lapo: "Certe cose dure che ha vissuto, oggi le capisco ancora meglio di ieri. E ho sempre un gran dolore nel pensare che si sarebbe potuto fare di più".

Come, naturalmente, il nonno. Per quanto lontani anagraficamente e non solo, la vicinanza e la somiglianza (non solo fisica) tra il giovane Elkann e l'avvocato è sotto gli occhi di tutti e Lapo ha dovuto sempre farci i conti. Almeno fino a oggi: "Ho capito che il nonno era il nonno e io sono io. Oggi non ho più nessuna voglia di essere come lui, il che non vuol dire che non lo rispetti. Però io sono diverso".

La famiglia ha un peso enorme nella vita del rampollo Agnelli, che rivela di voler mettere su famiglia - "ho 36 anni, entro i 40 ci arrivo" - e di avere già pronto il nome per una eventuale figlia - "Italia. Sempre che la moglie sia d’accordo" - ma nell'intervista a Il Fatto (firmata da Beatrice Borromeo e Malcom Pagani) c'è spazio anche per la politica. E qui, se nel 1994 Lapo confessa di avere votato Silvio Berlusconi, oggi afferma di non farlo più, perché "molto di quel che era stato promesso non è stato fatto", aprendo invece a Matteo Renzi, del quale dice di non avere "mai parlato male" e di apprezzare il fatto "che si comporta nello stesso modo che abbia davanti un cameriere o il presidente della Repubblica. Un atteggiamento che mi piace". Tuttavia, nei confronti del Cavaliere il giovane Elkann ha una posizione equilibrata: "Non partecipo al tiro al bersaglio", anche "non è un mio amico". "Qui da sempre prima si fa un applauso, poi si prepara il plotone di esecuzione. Troppo comodo", aggiunge Lapo, concludendo con una frase che nella sua schiettezza è la perfetta sintesi del personaggio: "Berlusconi non mi sta affatto sulle palle".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017