Excite

Lapo: "Famiglia, Dio e donne"

Lapo Elkann è diventato una star a New York.
Gli occhiali da sole da lui creati con il marchio "Italia Independent" sono andati a ruba in poche ore nei negozi della Grande Mela. Ad un megaparty a lui dedicato sono intervenuti personaggio del calibro del premio Nobel Elie Wiesel e della figlia di Al Gore, Karenna.
La rivista Vogue Usa gli ha dedicato un pezzo di 20 pagine sul suo ultimo numero.
Insomma, un trionfo.

Il Corriere della Sera è riuscito a raggiungerlo per fargli alcune domande su questa sua nuova vita, e sul suo trionfo americano.
Vi proponiamo le battute più interessanti.

New York - E' la città dove sono nato, dove ho lavorato come assistente di Henry Kissinger e dove ho ritrovato me stesso, dopo la crisi. In America mi rigenero e vivo come voglio vivere, lontano dall'invidia che consuma ogni aspetto della vita e del lavoro in Italia.

Rapporti familiari - Con mio padre ho un ottimo rapporto. E' molto presente, mi ha sempre dato e aiutato, senza giudicare. Gli voglio un bene dell'anima. Come d'altronde a mio fratello, mia sorella e mia nonna.
Con mia madre Margherita Agnelli, invece, i rapporti sono quasi inesistenti. Non la vedo e non la sento mai. Nella mia vita non c'è posto e spazio per lei. Forse non sono parole eleganti ma è la realtà.

Carattere - Odio le cattiverie, non le voglio nel mio giardino. La zizzania non la voglio in casa mia. L'invidia la lascio fuori dalla porta. Chi prova a portare energia negativa o a fare del male alle persone che amo per me è off limit.

Dio - Credo nell'aldilà e in qualcosa di più grande di me. La chiesa cattolica ha dato tanto all'Italia ma adesso rallenta la competitività, interferendo nella politica. Le coppie dovrebbero essere libere di scegliere come meglio credono. La libertà è essenziale e se qualcuno vuole stare con un uomo piuttosto che una donna sono affari suoi, non della Chiesa.

Donne - Ne ho avute molte. Mi piacciono molto le israeliane. Tra le italiane preferisco quelle del Sud, perché la loro miscela è più stimolante. Con Martina Stella sono stato felice e mi ha lasciato bellissimi ricordi. Oggi c'è un'altra donna, un'italiana che mi piace molto e con cui potrei costruire una famiglia e un futuro.

Fiat - Non ci sono le premesse per rientrare perché nella vita voglio essere coerente, onesto e sincero. Per raggiungere certe poltrone dovrei attenermi a giochi che non mi piacciono e giocare con persone che non amo.

Gianni Agnelli - Mi manca e per me non è mai morto. Indosso i suoi abiti per un motivo affettivo, per sentirlo vicino. Il suo funerale è stato uno dei giorni più difficili della mia vita.

Idee politiche - Non mi sento nè di destra, nè di sinistra. In America scelgo Barack Obama, il più nuovo e più interessante di tutti. E subito dopo Hillary Clinton, che secondo me ha un cervello superiore a quello del marito.

Moggi - E' stato un capro espiatorio. In Italia si usa pugnalare una sola persona per lasciare intatto il marciume generalizzato. Vedi Vallettopoli e scandalo del doping.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016