Excite

L'Aquila, per la popolazione anche danni psicologici

Da ieri fino a venerdì 29 ottobre sul sito web del Corriere della Sera verrà pubblicata, ogni giorno, una puntata del videoreportage su L'Aquila realizzato dal giornalista Ruben H.Oliva.

Il videoreportage punta a svelare la realtà dell'Abruzzo post sisma. Quello al di là dei riflettori e delle mille parole. Quello vissuto, quotidianamente, dagli abitanti, da chi lì, da sempre ci vive e che, in pochi istanti, si è letteralmente visto crollare il mondo addosso. La tanto attesa e declamata ricostruzione tarda ad arrivare e tra la popolazione serpeggia delusione, arrendevolezza, disillusione, tristezza.

Sul Corriere si legge: 'L'Aquila appare molto diversa da quella mostrata fin ora. Le macerie non sono state rimosse, la gente vive in un clima d'angoscia crescente. Il numero dei morti, dei suicidi, dei divorzi e dell'uso di psicofarmaci è aumentato nel silenzio generale... Gli effetti distruttivi sulla psiche umana, dopo il sisma e lo stato di crisi, sono stati devastanti'. Al quotidiano il dottor Alessandro Sirolli, direttore del centro psichiatrico diurno dell'Asl 1 de L'Aquila, ha affermato: 'Ci nascondono le cifre del disastro umano'.

Il giornalista chiude il suo articolo scrivendo: 'Di ricostruzione non se ne parla più né in consiglio regionale né tra la gente. La speranza è ridotta al lumicino mentre un secondo inverno è alle porte. Un dramma umano che si svolge lontano anni luce dalle aule parlamentari e dalle sedi dei partiti. La sensazione è che L'Aquila, questo pezzo d'Italia, sia stata rimossa dall'immaginario collettivo e che il cartello posto all'ingresso di una delle centinaia di baracche di legno in cui trascorrere quel poco di vita sociale che ancora rimane - dove si legge 'questa è l'Italia del si salvi chi può' - non sia frutto del qualunquismo quanto piuttosto la fotografia di una realtà con cui dovremmo fare i conti per molti decenni'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017