Excite

Lavoro, un dipendente si suicida e la Renault viene condannata

Il tribunale di sicurezza sociale di Nanterre ha condannato la famosa azienda automobilistica Renault per il suicidio di un suo dipendente. Era il 20 ottobre 2006 quando l'ingegnere Antonio B., 39 anni con una moglie e un figlio, si è gettato dal quinto piano del Centro tecnologico della Reanult di Guyancourt, alle porte di Parigi.

Dopo la morte del marito la moglie ha deciso di intentare una causa contro la Reanult, ora riconosciuta colpevole per il suicidio del suo ingegnere. La vedova, Sylvie, ha detto: "Spero che sia un segnale forte per tutte quelle imprese che sacrificano ogni cosa sull'altare del profitto".

Come sottolineato da La Repubblica, la donna ha poi spiegato: "Per raggiungere gli obiettivi che gli avevano fissato mio marito lavorava tutte le sere, tutte le notti, tutti i weekend. Negli ultimi mesi dormiva solo due ore per notte e mi diceva continuamente che comunque non sarebbe mai riuscito a raggiungere gli obiettivi dell'azienda". A quanto pare anche i colleghi dell'uomo erano preoccupati. Come riportato nella sentenza, hanno riferito che Antonio era "inquieto e ansioso, ed era anche dimagrito", ma i superiori "non avvertirono il medico del lavoro".

Secondo i giudici del tribunale di sicurezza sociale di Nanterre l'azienda automobilistica "avrebbe dovuto essere consapevole del pericolo al quale il dipendente era esposto". I giudici hanno sottolineato che da parte della Renault c'è stata "una negligenza ingiustificabile" e hanno così deciso di fissare la massima indennità per la vedova e il figlio, ancora minorenne.

I legali della casa automobilistica hanno affermato che nel mese in cui hanno il tempo per presentare ricorso esamineranno in dettaglio il dossier. Il punto, però, è che quello di Antonio non è stato l'unico suicidio. All'interno dell'azienda ce ne sono stati altri e sembra che si sia già provveduto alla riorganizzazione dei centri ingegneristici.

La Renault, tuttavia, non è la sola zienda nel mirino. Recentemente anche in France Telecom sono stati registrati suicidi in seguito ai tagli al personale. In tribunale, quindi, presto potrebbero essere presentati tanti altri casi.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017