Excite

L'Avvenire contro la satira sul Papa

Una satria fallimentare non priva di vigliaccheria. Con questo articolo L'Avvenire attacca duramente i personaggi di spettacolo che hanno preso Papa Ratzinger come oggetto della loro satira. Il riferimento è ai programmi televisivi e radiofonici di Fiorello, Crozza, la Littizzetto e Fazio.

Nell' articolo si prendono di mira alcuni programmi televisivi di livello bassino e di pesante volgarità, con fallimentari pretese di ironia, che sembrano sorprendentemente mirare al basso anziché all'alto, nel tentativo continuo di ridicolizzare figure e persone care al mondo cattolico. Tra queste, con ripetuta insistenza, la persona stessa del Papa.

Durrissimo quindi il giudizio da parte del giornale cattolico. La difesa però arriva da Sergio Valzania, direttore di Radio Rai:
Quando Fiore fa l'imitazione di qualcuno è assolutamente per affetto verso il personaggio. Mi stupisce che i cattolici, sofisticati esperti di comunicazione, non capiscano. [...] E poi questi ragazzi, la Littizzetto che è una persona dolcissima, o Fazio, vengono tutti da scuole cattoliche.

Il fatto che la satira televisiva e radiofonica colpisca anche il Papa, secondo Valzania si spiega così:
Il Santo Padre parla in modo un po' buffo... e poi l'attuale governo mal si presta alla satira, Berlusconi era un conto ma Prodi e Rutelli non vengono bene.
Enrico Vaime, autore di tv e dei testi di "Black Out" con Fabio Fazio, dice:
Il nostro Ratzinger è simpatico perché lui ci è simpatico [...] Crozza invece, che è bravo, secondo me esagera, lo propone come una zia scatenata dai modi equivoci (alcuni video della parodia si trovano su Youtube). La Littizzetto invece è autorizzata a sfottere Ruini che si impiccia continuamente. Noi nella mancanza di rispetto siamo rispettosi.

Insomma, satira sì ma "col dovuto rispetto"...

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016