Excite

Le 10 citazioni più celebri mai pronunciate nella realtà

Quante volte capita di utilizzare nel parlare quotidiano celebri citazioni. Peccato che molte di esse, in realtà, sembra non siano mai state pronunciate dai personaggi a cui sono state attribuite. A scovare queste frasi mai dette è stato Daniel Finkelstein. Nel suo blog (Comment Central) del Times on line Finkelstein ha elencato 10 celebri citazioni sbagliate. Ad anticipare la lista è la celebre frase attribuita al filosofo francese Voltaire, "Non sono d'accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo", scritta in realtà dalla saggista Evelyn Beatrice Hal nel libro intitolato "The Friends of Voltaire".

La prima citazione presa in esame è la famosa "Elementare, mio caro Watson". In realtà Sherlock Holmes, il personaggio letterario creato da Arthur Conan Doyle, non ha mai pronunciato queste parole nel libro originale, si tratta di una leggenda.

Un'altra citazione mai pronunciata è quella del politico Edmund Burke: "Tutto ciò che è necessario per il trionfo del male, è che gli uomini di bene non facciano nulla". Mai detta anche la frase: "Al mondo di sicuro ci sono solo la morte e le tasse" attribuita al filosofo Benjamin Franklin. Forse Franklin l'ha solo ripetuta. Falsa anche la frase che si crede pronunciata da Gilbert Keith Chesterton: "Quando la gente smette di credere in Dio, non è vero che non crede in niente, perché crede in tutto".

Erronea anche l'attribuzione a John Maynard Keynes della frase: "Quando cambiano i fatti, cambiano le mie opinioni". Secondo Samuel Brittan c'è stato un errore di attribuzione e la frase originale potrebbe essere stata questa: "Quando cambio idea io lo dico, voi?". Mai pronunciata anche la celebre battuta "Suonala ancora Sam" nel film "Casablanca".

Impropria anche l'attribuzione della citazione "Utili idioti" a Vladimir Lenin. Sbagliata la frase di Jim Callaghan riportata dal quotidiano The Sun "crisi, quale crisi?". In realtà Callaghan disse: "Non credo che altri al mondo condividerebbero l'idea che il caos sta crescendo".

Non è del filosofo greco Platone la frase: "Solo i morti hanno visto la fine della guerra". In realtà è stata scritta nel 1924 da George Santayana nel suo "Soliliquies in England". Sbagliata, infine, l'attribuzione a Winston Churchill della frase "Mostratemi un giovane conservatore e io vi mostrerò qualcuno senza cuore. Mostratemi un vecchio liberale e vi mostrerò qualcuno senza cervello".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016