Excite

Le pagelle di Sarkozy

Il ministro dell’Immigrazione, Brice Hortefeux, sarà giudicato sulla base degli immigrati espulsi e di quelli che hanno avuto un permesso per motivi di lavoro; la sua collega dell’Università, Valerie Pecresse, dovrà dire quanti atenei hanno scelto l’autonomia e quanti studenti hanno abbandonato dopo il primo anno; quello della Cultura, Christine Albanel, sarà valutata sulla “parte di mercato dei film francesi nel paese”: Il presidente francese Nicolas Sarkozy si prepara a dare i voti ai propri ministri.

Una promessa mantenuta quella di Sarko, che il 29 maggio scorso dopo la formazione del governo aveva annunciato che ai ministri verranno assegnati “degli obiettivi che permetteranno di valutare i loro risultati” nell’ambito “dell’azione avviata per modernizzare in profondità il nostro paese”.

Nei prossimi giorni il primo ministro, Fillon, riceverà uno ad uno i 33 componenti del governo tra ministri e segretari di Stato per consegnare e discutere le prime pagelle. Fillon ha cercato di tranquillizzarli: “Non è un meccanismo punitivo, ma un modo per coordinare meglio il lavoro governativo e installare una cultura dei risultati”

Tanti quelli spediti dietro la lavagna: Michèle Alliot-Marie che agli Interni ha bisogno di continue ripetizioni; Hervé Morin alla Difesa perché i militari lo detestano; Michel Barnier, agricoltura, che ha lasciato il presidente solo davanti a platee di pescatori furenti.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016