Excite

Licei, presentata la bozza di riforma

Basta con i 500 indirizzi e sperimentazioni attualmente esistenti, in tutto i licei saranno sei. Artistico, classico, linguistico, scientifico, musicale-coreutico e delle scienze umane. Non solo, i cinque anni di studio verranno così suddivisi: due periodi biennali e un quinto anno che completa il percorso disciplinare.

Questo, almeno, è quanto previsto dalla bozza di riforma dei licei presentata dai dirigenti del ministero dell'Istruzione ai sindacati della scuola. Il provvedimento dovrà ora passare al vaglio del consiglio dei ministri in prima lettura e poi acquisire il parere delle commissioni parlamentari e della Conferenza Stato-Regioni. La riforma dei licei potrebbe partire nel 2010-2011 per le prime e seconde classi.

Secondo quanto spiegato nell'articolo 1 del provvedimento il riordino è volto "a una maggiore razionalizzazione dell'utilizzo delle risorse umane e strumentali disponibili, tali da conferire efficacia ed efficienza al sistema scolastico".

Tra le novità previste anche la previsione di un indirizzo tecnologico nel liceo scientifico e di un indirizzo economico-sociale nel liceo delle scienze umane. Dirigenti, docenti e personale amministrativo saranno specificatamente formati per il passaggio al nuovo ordinamento. Dopo tre anni, inoltre, il Governo riferirà in Parlamento. Dal punto di vista organizzativo verrà istituito un collegio dei docenti per dipartimenti e un comitato scientifico con esperti esterni. Un apposito decreto terrà in considerazione gli obiettivi di apprendimento degli studenti e i cambiamenti previsti dalla riforma saranno opportunatamente monitorati.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014