Excite

L'influenza dei colori e il test della rivista NewScientist

La rivista NewScientist ha pensato di condurre online un esperimento per replicare ai risultati di una ricerca di laboratorio circa l'influenza dei colori nei comportamenti umani. La rivista scientifica ha così pensato di realizzare una prova online per scoprire quale tonalità migliora le capacità dei lettori. Come riportato dal quotidiano La Repubblica, i risultati verranno resi noti non appena un numero sufficiente di persone avrà preso parte all'esperimento.

Per partecipare basta collegarsi al sito del giornale scientifico e cliccare sull'articolo "Winners wear red" ("Il vincitore veste di rosso"). Immediatamente appare la richiesta di partecipazione al test e l'utente può decidere se cimentarsi o meno nella prova. Ma in cosa consiste questo test? Si tratta di 15 anagrammi da risolvere in 5 minuti. Una volta terminata la prova la rivista valuterà l'utente e come premio rilascerà un diploma virtuale con riportato il voto.

Molteplici sono gli esperimenti condotti sui colori, alcuni dei quali in relazione allo sport. E in più di una circostanza è emerso che, a parità di forza e capacità, il colore gioca un ruolo determinante. In questo campo l'ultima ricerca è stata realizzata lo scorso anno quando gli psicologi dello sport dell'Università di Münster, in Germania, hanno mostrato dei video clip di incontri di taekwondo a 42 arbitri. Una disciplina in cui i due combattenti sono identificati dal colore rosso e blu. Agli arbitri i filmati sono stati fatti vedere due volte e nella seconda le pettorine dei combattenti sono state manipolate digitalmente in modo tale che i colori risultassero invertiti. Dai risultati è emerso che il combattente rosso è stato premiato con una media del 13 per cento in più di punti rispetto a quando ha indossato la pettorina blu.

Altri test hanno evidenziato che anche le abilità cognitive sono influenzate dall'esposizione al colore rosso. Secondo diversi studi di Andrew Elliot dell'Università di Rochester, New York, il rosso renderebbe più timidi, verrebbe associato al pericolo e porterebbe i soggetti ad agitarsi e quindi a sbagliare. Per Ravi Mehta e Juliet Zhu, della Sauder School of Business dell'Università della British Columbia di Vancouver, Canada, invece, il rosso favorirebbe l'attenzione, mentre il blu la creatività. La cotroversia sui colori è quindi aperta. Chissà se il test della rivista NewScientist contribuirà, almeno in parte, a dipanare la matassa.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016