Excite

L'Isola dei Cassaintegrati, la provocazione di un gruppo di dipendenti della Vinyls di Porto Torres

Un gruppo di dipendenti della Vinyls, ex Enichem, industria chimica di Porto Torres, ha dato vita ad una singolare protesta per accendere i riflettori su tutti coloro che in Italia stanno perdendo il posto di lavoro. I dipendenti si sono auto-esiliati all'Asinara e, prendendo spunto dal reality L'Isola dei Famosi, hanno messo in scena L'Isola dei Cassaintegrati.

L'iniziativa è partita sul popolare social network Facebook dove si legge: 'Il 24 Febbraio 2010 un gruppo di operai Vinyls (ex Enichem, Porto Torres), in cassintegrazione da 4 mesi, è sbarcato sull'isola dell'Asinara, prendendo possesso delle sale dell'antico carcere. L'isola dei Cassintegrati è un reality 'reale', purtroppo, dove nessuno è famoso, ma tutti sono senza lavoro. Trincerati in un'isola simbolo della più grande Sardegna ormai in crisi profonda, alloggiati in celle non peggiori delle sbarre che governo, regione ed Eni hanno messo loro davanti. Nessuno yacht, billionaire e soubrette su quest'isola, solo la cruda verità di una politica che non dà risposte, e di una società a controllo statale – ENI – che persegue i propri scopi aziendali passando sulle vite di migliaia di famiglie. E, non ultimi, un gruppo di operai coraggiosi che lotta per i propri diritti'.

Come riportato su La Repubblica, uno dei dipendenti, Andrea Spanu, ha spiegato che c'è l'Italia dei famosi e quella di chi sta perdendo il posto di lavoro 'noi rappresentiamo quest'ultima e ci fa un po' rabbia che per avere visibilità ci siamo dovuti inventare una parodia della televisione e affidare la nostra iniziativa a Facebook'.

In poco tempo il gruppo ha raggiunto un gran numero di iscritti, al momento ne risultano 29.318. In molti sostengono l'inusuale forma di protesta, ma c'è anche chi esprime il proprio disappunto. Uno dei 'dipendeti naufraghi', Pietro Marongiu, ha spiegato: 'Che ci sia qualcuno che ci insulta poco importa siamo entusiasti di tutta questa gente che ci manda messaggi via internet... Questa è una risposta anche a quegli ectoplasmi dei sindacati nazionali, nessuno si è fatto sentire!'. La pagina di Facebook è diventata una vera e propria piazza virtuale dove discutere della preoccupante situazione dell'economia sarda.

Foto: Facebook

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017