Excite

Litvinenko avvelenato perché faceva il triplo gioco: la spy-story appassiona il mondo

  • YouTube

Svolta nella spy-story più famosa (e reale) dell'ultimo decennio: secondo le ultime notizie diffuse da Sky News, infatti, Aleksandr Val'terovič Litvinenko, l'agente dei servizi segreti russi morto nel 2006 per un avvelenamento da polonio, sarebbe stato eliminato dalla sua agenzia perché colpevole di fare il triplo gioco. Sul coinvolgimento di Mosca - sempre sospettato, ma mai accertato - sono stati spesi fiumi di inchiostro, ma il fatto che Litvinenko lavorasse per altri due Paesi è invece una novità che potrebbe finalmente fare chiarezza sulla fine dell'agente russo e dissidente.

Aleksandr Litvinenko avvelenato: la storia

Da documenti inediti prodotti dal governo britannico durante la pre-istruttoria che precede l'inchiesta che inizierà all'Alta Corte di Londra il prossimo maggio è emerso infatti che la 'spia' moscovita sarebbe stata al soldo dell'MI6 inglese e dei servizi segreti spagnoli, continuando allo stesso tempo a lavorare per i russi e, di fatto, conducendo uno spregiudicato triplo gioco. La notizia, per ora, non è stata "confermata nè smentita" da Neil Garnham, che rappresenta il Ministero degli Interni britannico alla pre-istruttoria, ma a sostegno della tesi ci sarebbero alcuni pagamenti effettuati dalle agenzie di Londra e Madrid su un conto cointestato a Litvinenko e alla moglie.

E proprio quest'ultima ha dato mandato al suo avvocato, Ben Emmerson, di fare chiarezza su un'eventuale mancanza da parte dell'MI6 nel fare tutto il possibile per garantire al marito protezione da un "rischio reale e immediato alla sua vita", nel corso di "operazioni pericolose che coinvolgevano agenti stranieri".

Sul banco degli imputati, dunque, rischia di finirci pure il Governo inglese, ma il principale 'cattivo' di questa vicenda sono senza dubbio i servizi segreti di Mosca, per i quali le carte del processo parlano di "una parvenza di buon diritto" circa la colpevolezza nella morte dell'agente Litvinenko. La stessa spia, del resto, prima di spirare aveva accusato pubblicamente Vladimir Putin di essere responsabile del suo avvelenamento, oltre che mandante dell'omicidio della giornalista Anna Politkovskaja, un altro caso su cui vige il più fitto mistero.

Riuscirà ora l'Alta Corte di Londra con questi nuovi documenti a fare chiarezza sulla vicenda? La curiosità dell'opinione pubblica internazionale è letteralmente alle stelle, anche se come in tutte le spy-story che si rispettano è molto improbabile che la verità verrà a galla tanto facilmente. E soprattutto per intero...

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017