Excite

Lobby gay in Vaticano: "Esiste", l'ammissione di Papa Francesco

  • Getty Images

L'ammissione è arrivata durante un incontro informale, ma tant'è le frasi riportate dal sito cattolico cileno Reflection and liberation hanno immediatamente fatto il giro del mondo. In un colloquio privato avvenuto lo scorso 6 giugno tra Papa Francesco e i vertici della Confederazione latino-americana e dei Caraibi dei religiosi e delle religiose (Clar), il Pontefice infatti avrebbe detto: "Si parla di una lobby gay e in effetti c'è... Bisogna vedere che cosa possiamo fare".

Esorcismo Papa Francesco, Padre Amorth: "Inutile negare"

Una rivelazione di quelle capaci di scuotere dal profondo il Vaticano, tanto più che il Santo Padre dopo aver affermato che "nella Curia c'è gente santa, davvero" avrebbe anche ammesso dolorosamente l'esistenza di una "corrente di corruzione", confermando la richiesta da parte "di quasi tutti noi cardinali" di un'urgente riforma della Curia stessa. "La riforma non la posso fare io, queste questioni gestionali... Io sono molto disorganizzato, non sono mai stato bravo in questo", avrebbe detto Papa Francesco con l'umiltà e il sense of humour che i fedeli hanno imparato a conoscere, aggiungendo che però "i cardinali del gruppo (formato appositamente per questa ragione, ndr) la portano avanti..." e concludendo: "Pregate per me... perché mi sbagli il meno possibile".

Dell'esistenza di una lobby gay e di una "corrente di corruzione" i cardinali hanno discusso nelle congregazioni prima del conclave e tra gli addetti ai lavori (e non solo) è forte la convinzione che l'argomento sia stato trattato anche nell'ormai celebre rapporto della commissione creata da Ratzinger sul caso Vatileaks, tuttavia mai prima d'ora un Pontefice si era sbilanciato a parlarne tanto apertamente. Un'ammissione che crea non poco imbarazzo nella Chiesa, al punto che padre Federico Lombardi, interpellato da France Presse al proposito, ha risposto: "E' stato un incontro privato, non ho commenti da fare", confermando con il suo silenzio i sospetti di quanti da sempre sostengono la presenza di gruppi di forza 'anomali' in Vaticano.

Ad ogni modo, trattandosi di un incontro privato, nulla di quanto detto dal Santo Padre è stato registrato o trascritto e, dunque, ancora una volta vale il beneficio del dubbio, benché il sito Reflection and liberation sembri piuttosto accurato nel riportare i fatti, come anche la preoccupazione di Papa Francesco per i "gruppi restauratori" nella Chiesa - "Ne conosco alcuni, mi è capitato di riceverli a Buenos Aires. Uno ha l'impressione di tornare indietro di 60 anni! Prima del Concilio...", avrebbe detto il Pontefice - e per "una corrente gnostica". "Ho saputo di una superiora generale che incoraggiava le suore della sua congregazione a non pregare al mattino, ma immergersi spiritualmente nel cosmo... Cose così... Mi preoccupano perché saltano l'incarnazione!", sarebbero state le parole del Santo Padre, che conferma di aver 'ereditato' da gestire in Vaticano una situazione tutt'altro che semplice.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017