Excite

Lochness, nuovo avvistamento

Dopo tanto silenzio, "Nessie", l'illustre inquilino del Lago di Loch ness, sembra si sia rifatto vivo. Un video (qui la sequenza fotografica) filmato sabato sembra ritrarlo in una delle sue, sempre più rare, emersioni. "Non credevo ai mei occhi quando ho visto questo animale di colore nero, lungo circa 15 metri, che si muoveva piuttosto rapidamente" Ha detto il 55enne Gordon Holmes, autore della clip finita sotto la lente d'ingrandimento degli esperti. "All'inizio pensavo potesse essere una grossa anguilla, hanno caratteristiche morfologiche simili ai serpenti e potrebbero spiegare molti degli avvistamenti fatti negli ultimi anni". Le foto dell'avvistamento

Il primo avvistamento del mostro risale al 565 d.C., quando il monaco di origine irlandese San Colombano raccontò di aver assistito al funerale di un uomo "catturato da una selvaggia bestia marina". Ma il mito di Nessie nasce a partire dagli anni trenta, quando gli avvistamenti si fanno più intensi. L'ipotesi che riscuote più successo fra i sostenitori dell'esistenza del "mostro" è che si tratti di uno o più plesiosauri sopravissuti in qualche modo all'estinzione. Gli scettici non mancano "Per sopravvivere oltre 70 milioni di anni - scrivono gli esperti del Cicap - una creatura preistorica avrebbe dovuto riprodursi continuamente: quindi, nel lago dovrebbe esistere almeno più di un mostro e sul suo fondale si dovrebbero trovare le ossa di centinaia di mostri, invece nulla di tutto questo c'è nel lago. Una creatura di quelle dimensioni, poi difficilmente potrebbe nascondersi così a lungo dentro uno spazio piccolo come quello del lago di Loch Ness".

Il mito di Lochness è fonte di ispirazione per parodie, film e pubblicità, come questa realizzata da Toyota:

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016