Excite

Londra, si dimette il capo dell'antiterrorismo fotografato con documenti segreti

Il capo dell'antiterrorismo di Scotland Yard, Bob Quick, si è dimesso dopo essere stato fotografato con documenti segreti, relativi a una delicata operazione contro una cellula di Al Qaeda, sotto il braccio. A catturare le immagini davanti al numero 10 di Downing Street uno dei più bravi ed esperti fotografi, Steve Back.

Guarda le foto con i documenti segreti

Quando mercoledì mattina Quick, incaricato delle indagini su Al Qaeda, è arrivato davanti la residenta del premier Gordon Brown, il fotografo con i potenti teleobiettivi a sua disposizione è riuscito ad immortalare sia il capo dell'antiterrorismo di Scotland Yard sia il dossier segreto che aveva con sé. La documentazione che Quick stava portando a Downing Street serviva per aggiornare Brown su un'operazione che all'alba avrebbe dovuto sventare un attentato a Manchester.

Tra i tanti fotografi presenti Back ha catturato le immagini più interessanti. Ossia quanto era scritto sui documenti sotto il braccio del capo dell'antiterrorismo: "Secret", "Briefing note", "Operation Pathway", "Addresses". Un vero e proprio scoop che ha costretto Quick a scusarsi e a chiedere le dimissioni.

Inutile è stato anche l'intervento della commissione "D-notice" del ministero della Difesa che ha il potere legale di ordinare ai quotidiani di non diffondere le notizie ritenute pericolose per la sicurezza nazionale. La sola soluzione possibile è stata quella di far scattare l'operazione mercoledì pomeriggio anziché giovedì mattina. Nonostante tutto l'operazione è riuscita e dodici presunti terroristi di Al Qaeda sono stati arrestati tra Manchester, Liverpool e il Lancashire. Ma quello che doveva essere un successo per il responsabile dell'antiterrorismo si è trasformato in una disfatta per la sua carriera.

Ieri mattina il capo dell'antiterrorismo ha annunciato: "Oggi ho presentato le mie dimissioni essendo consapevole del fatto che la mia azione avrebbe potuto compromettere una delicata operazione contro il terrorismo. Sono profondamente rammaricato per i disagi causati ai colleghi che hanno preso parte all'operazione e sono grato per il modo in cui, con rapidità e professionalità, hanno modificato i tempi dell'operazione". Gordon Brown ha fatto sapere di aver ringraziato Quick per il lungo servizio prestato al Paese.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016