Excite

Londra, studentesse contro il concorso "Miss University London"

Dura contestazione delle studentesse universitarie londinesi contro il concorso di bellezza "Miss University London". "E' un mercato delle vacche", "E' una forma di misoginia". Queste le accuse lanciate da ragazzi e ragazze che qualche sera fa hanno organizzato un picchetto davanti al locale notturno londinese Crystal Club, dove erano intente a sfilare le concorrenti della London School of Economics (LSE). Sono 400 le ragazze, provenienti da importanti e celebri istituti, che si sono iscritte al concorso "Miss University London".

Secondo quanto affermato al Daily Mail da Ruby Buckley, del sindacato studentesco della LSE, il concorso deve essere abolito. "Questa gara va cancellata - ha detto Buckley - veniamo all'università per essere giudicati sulla base della preparazione accademica e non per mostrare caratteristiche esteriori. Questa manifestazione offusca il nome del nostro istituto e trasforma le ragazze in oggetti".

Dure anche le parole di Elly James, dell'unione studentesse della School of Oriental and African Studies, che ha affermato: "E' un mercato delle vacche. Prendono le misure al seno e alla vita delle concorrenti. Io vengo da una zona rurale e ho visto fare la stessa cosa alle bestie".

Alle pesanti accuse lanciate contro il concorso ha replicato Keelin Gavaghan, 19 anni, Miss LSE 2007. "Non riesco a vedere che cosa ci sia di sbagliato nel sentirsi la più bella per una sera - ha detto Keelin Gavaghan - c'è davvero qualcuno che teme per le nostre anime?". La questione intanto sta dividendo gli studenti londinesi.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016