Excite

Loris Stival, ultimi aggiornamenti: sospetti sul cacciatore Fidone e su un amico di 18 anni

  • Twitter @Agenzia_Ansa

Le indagini sulla morte del piccolo Loris Stival, ucciso dopo una violenza sessuale e gettato in un canale dall’altezza di tre metri a Santa Croce Camerina, potrebbero essere vicine ad una svolta.

Omicidio nel Ragusano, inquirenti al lavoro per trovare l'assassino di Loris

Il lungo interrogatorio di Orazio Fidone, cacciatore e testimone del ritrovamento del corpo senza vita del bimbo, sembra aver fornito agli investigatori elementi e dettagli di particolare interesse sulla scena del crimine, contribuendo in maniera forse indiretta a stringere il cerchio su alcuni indiziati dell’omicidio.

La Procura di Ragusa ha torchiato per nove ore l’anziano, che al momento non risulta indagato ma sul quale potrebbero ricadere fondati sospetti, almeno in merito ad un ruolo di secondo piano nel favoreggiamento del delitto compiuto ai danni del povero Loris.

Altra persona sentita in sede di interrogatorio ieri sera e probabilmente indicata dagli stessi compagni del bambino come potenzialmente informata dei fatti, il diciottenne Cristian che ha dovuto fornire agli inquirenti spiegazioni su quanto accaduto nelle ore della scomparsa del suo vicino di casa.

(Caccia al killer del piccolo Loris Stival: il video della Polizia scientifica di Ragusa)

Nessuna persona, neanche tra quelle interrogate fino a notte fonda, risulta al momento iscritta nel registro degli indagati, ma dalle voci insistenti trapelate a inizio giornata dopo l’interminabile trafila di colloqui nei locali della Questura di Ragusa diventa molto probabile un’evoluzione dell’inchiesta in un senso o nell’altro.

Pur essendosi presentato accompagnato dal padre dell’amico, il ragazzo di 18 anni risulta non estraneo a dubbi ed ombre di un certo peso, anche se bisognerà lavorare su particolari emersi dalle analisi dei tabulati telefonici e delle riprese di videocamere poste lungo le strade frequentate abitualmente dal bimbo per avere un quadro definito del delitto.

La pista degli abusi sessuali è stata suffragata da alcune prove materiali raccolte sul campo, come l’assenza di biancheria intima sotto i pantaloni di Loris Stival, strangolato dall’assassino forse al termine di un tentativo di violenza.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017