Excite

Lory Del Santo, abbattuti i gazebo abusivi dell'appartamento romano

Il bell'appartamento della soubrette Lory Del Santo a Roma, con vista sul Colosseo, è entrato nel mirino del Municipio I, ossia quello del centro della Capitale, che con un provvedimento ha dato il via libera alla demolizione dei gazebo abusivi costruiti sull'ampia e panoramica terrazza. L'operazione di abbattimento della costruzione illegale è stata eseguita ieri mattina da una ditta del Municipio che ha provveduto, anche, a finanziare l'intervento.

Con una nota il Municipio I ha parlato di "abuso edilizio" e ha fatto sapere: "La proprietaria ha abusivamente realizzato sul primo terrazzo un volume delle dimensioni di 10.80 metri per 1 metro e sul secondo terrazzo (superattico) un gazebo di circa 25 mq. Le violazioni accertate assumono particolare rilevanza sia perché l'immobile è in un'area sottoposta a vincolo sia perché il gazebo, a causa della sua eccessiva elevazione e sporgenza, modifica le altezze originarie e le viste prospettiche dai siti archeologici del Palatino e del Colosseo, aree dall'indubbio valore storico-architettonico. Entrambi gli abusi sono stati perseguiti dal Municipio (ai sensi dell'art. 33 del D.P.R. 380/01) con relazione tecnica del 18 novembre 2004 e con una determinazione dirigenziale di demolizione del 9 gennaio 2006".

Così ieri mattina i vigili e l'ufficiale giudiziario hanno bussato alla porta della showgirl per notificarle l'avvio dei lavori, ma non hanno ricevuto risposta. A quel punto gli operatori del Municipio I e della polizia municipale hanno comunque iniziato l'operazione di demolizione salendo con un elevatore fino alle terrazze dell'appartamento. Uno degli operatori ha raccontato: "Poi la signora del Santo è uscita da casa e abbiamo provato ad avvicinarla, ma non ci ha dato retta. Le abbiamo detto: 'Guardi che noi cominciamo'. E lei, stizzita, ci ha risposto che non aveva tempo e che doveva partire per Milano. E poi mentre saliva sulla macchina guidata da un autista, ha aggiunto: 'Se farete qualcosa di sbagliato, pagherete'.".

Secondo la soubrette si tratta di un errore. "E' illegale che sconosciuti arrivino in una proprietà privata senza che la proprietaria sia stata avvertita col giusto anticipo, deve essere seguita una prassi legale - ha detto la Del Santo - I miei confinanti hanno un gazebo anche più grande del mio e nel giro di tre metri ce ne sono altri cinque. E' solo una questione di gelosia del vicinato. L'abusivismo va combattuto e sono dalla parte di chi si batte per questo, ma un gazebo non è una costruzione, è solo arredamento da giardino, non deturpa nulla. Sono altri gli scempi".

Sulla vicenda è intervenuto anche il legale della showgirl, Massimo Laurenti, che ha detto: "Contesto la modalità e la regolarità della notifica. A fine luglio avrebbero notificato un ordine di demolizione non alla proprietaria ma al portiere, che non ha una delega a ricevere atti giudiziari. Da Codice Civile alla notifica a mano al portiere sarebbe dovuto seguire una raccomandata alla mia assistita ma così non è stato. C'è un ricorso pendente nel quale è stata richiesta la sospensiva dell'ordine di demolizione. Contesto quindi la legittimità del modus operandi e mi riservo di valutare l'opportunitá di presentare un'eventuale querela per violazione di domicilio".

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016