Excite

Louis Jordan, il naufrago ritrovato dopo 66 giorni alla deriva

  • Getty Images
Si chiama Louis Jordan l'uomo che ha attirato l'attenzione dei media internazionali per una grande impresa: la sopravvivenza a un naufragio. L'uomo, un cittadino di 37 anni della South Carolina, è rimasto alla deriva per 66 giorni su una barca danneggiata in balìa delle correnti dell'Oceano Atlantico. La sua salvezza è arrivata nella giornata di giovedì 2 aprile: la petroliera tedesca Houston Express ha avvistato la piccola barca, prestando soccorso. Dopo oltre due mesi, quindi, è finita l'incredibile esperienza di Jordan.

La vicenda è cominciata lo scorso 29 gennaio quando si è allontanato con a sua barca a vela per pescare. Un incidente ha però provocato un capovolgimento dell'imbarcazione con un danno all'albero e soprattutto una ferita alla spalla del 37enne, che è stato costretto a limitare anche i suoi movimenti. Inoltre, tutte le attrezzature elettroniche comprese smartphone e Gps, sono andate fuori uso dopo essere finite in acqua. Tuttavia, non si è fatto prendere dal panico e ha iniziato a razionare cibo e acqua. Quando le scorte sono terminateha mangiato pesce crudo, usando i suoi indumenti come rete da pesca, e bevuto acqua piovana.

Il video delle parole di Louis Jordan

"Pensavo di averlo perso", ha ammesso Frank Jordan, padre del naufrago, parlando con i media statunitensi che hanno dato ampio risalto alla notizia. Il ritorno a casa è stato una grande festa. Louis Jordan è stato trasportato in ospedale per curare la ferita alla spallae fare un controllo generale per individuare eventuali problemi. Ma le condizioni di salute sono risultate complessivamente buone, tranne alcune escoriazioni e qualche scottatura sulla pelle.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017