Excite

Love Parade, sono 20 le vittime. Oltre mille i dispersi

Strage è l'unica parola che può essere utilizzata per parlare della Love Parade che si è svolta il 24 luglio a Duisburg, in Germania, e che è costata la vita a 20 persone. Oltre 500 sono i feriti e oltre mille i dispersi. Nella calca creatasi all'interno del tunnel della Karl-Lehr-Strasse, in seguito alla chiusura dell'area circostante da parte degli organizzatori, decine di persone sono state letteralmente calpestate.

Guarda il video della tragedia di Duisburg

Tra chi non ce l'ha fatta anche l'italiana Giulia Minoli, 21 anni, di Brescia, i cui funerali si terranno il prossimo venerdì alle 15.30. Fino a ieri il bilancio delle vittime era di 19 persone, oggi, dopo la morte di una ragazza tedesca, anche lei 21 anni, è salito a 20. Dopo aver lottato due giorni per rimanere in vita, attaccata alle macchine, la ragazza tedesca non ce l'ha fatta. Troppo gravi le lesioni interne. L'unico varco previsto per la manifestazione non è stato sufficiente a contenere la moltitudine di persone giunte per prendere parte al festival della techno music. Giulia era arrivata a Duisburg con l'amica Irina Di Vincenzo, già rientrata in Italia dopo essere stata soccorsa e medicata.

Guarda le immagini

Irina ha parlato durante una conferenza stampa e ha affermato che 'la tragedia si poteva evitare'. La ragazza ha detto: 'La polizia era poca e la cosa che mi rende più triste è che si poteva evitare, mentre non è stato fatto niente, le cose sono state lasciate andare'.

Nell'occhio del ciclone è ora il sindaco di Duisburg, Adolf Sauerland. Ci si domanda anche sul tipo di autorizzazioni concesse dalle autorità agli organizzatori. La kermesse, infatti, avrebbe dovuto ospitare al massimo 250mila persone, non certo un milione e 400mila, come invece è accaduto. Il capo del sindacato della polizia tedesca, Rainer Wendt, ha fatto sapere: 'La città e gli organizzatori devono essere incolpati per questa tragedia. Li ho messi in guardia un anno fa che Duisburg non era il posto adatto per la Love Parade. La città è troppo piccola e stretta per un evento del genere'.

Come reso noto dal primo cittadino di Duisburg i procuratori stanno ora indagando su quanto accaduto. Parlando a una conferenza il sindaco ha poi detto: 'So che tutti vogliono una risposta. Ma chiedo alla gente di non giungere a conclusioni premature'. Ma domenica Sauerland, recatosi sul luogo della strage, ha rischiato il linciaggio.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017