Excite

Luca Barbareschi vittima di stalking: la skipper "sempre nuda davanti ai bambini" a processo

  • Getty Images

Arriva davanti ai giudici del tribunale penale di Roma la vicenda di stalking che ha coinvolto Luca Barbareschi: l'attore ed ex parlamentare Pdl sarebbe stato vittima di molestie per un mese, bersagliato di telefonate e messaggi da una donna che aveva allontanato, un comportamento tale da spingerlo a rivolgersi alle autorità.

A perseguitarlo sarebbe stata una skipper quarantenne residente in Sardegna, che adesso dovrà affrontare il processo con l'accusa di stalking e molestie. I fatti risalgono al 2008, quando Luca Barbareschi era in vacanza con famiglia e amici a bordo di un panfilo: una sorta di crociera privata per il regista e produttore, ma quei giorni trascorsi tra le coste della Sardegna e quelle dell'isola di Ponza si sono rivelati un incubo.

Barbareschi picchia la Iena Filippo Roma, poi replica: "Io irretito"

A bordo dell'imbarcazione noleggiata da Barbareschi, tra il personale di bordo, in qualità di skipper c'era proprio la donna che oggi è finita a processo davanti ai giudici di Piazzale Clodio. Secondo l'attore, la quarantenne olbiese si sarebbe resa protagonista di episodi spiacevoli tenendo un comportamento poco professionale: nel racconto di Barbareschi, la signora trascorreva il suo tempo prendendo il sole in topless e facendo il bagno.

I vip vittime di stalking: ecco chi sono

Ad infastidire l'attore è stato il fatto che la donna si mostrasse nuda di fronte ai bambini (Barbareschi ha cinque figli, di cui due molto piccoli, come spiega nell'intervista a Cristina Parodi in video, nda) e agli ospiti a bordo, provocando un naturale imbarazzo: per questo comportamento poco consono, Barbareschi l'aveva costretta ad abbandonare il panfilo sul quale stava lavorando. La donna è stata fatta sbarcare nel porto di Ponza e lasciata lì da sola: proprio da quel momento sarebbero partite le molestie.

L'attore ha raccontato al giudice di aver ricevuto numerosi messaggi di minacce del tipo "Ora ti sputtano io. Scrivo ai giornali scandalistici. Tu non hai pagato niente in realtà e io ho tutte le tue foto". Molestie che sarebbero proseguite per diverse settimane, finché il regista ha deciso di sporgere denuncia. L'avvocato Cesare Antetomaso, difensore dell’imputata, ha definito quello tra Barbareschi e la skipper "un rapporto di lavoro controverso", che ha generato "uno scontro verbale probabilmente troppo acceso, ma comunque originato dall’ingiusto allontanamento della signora".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017