Excite

L'ultima cena di Leonardo è...una cagata pazzesca!

Con questa fantozziana affermazione l'assessore alla cultura Vittorio Sgarbi ha definito una delle opere più famose di Leonardo, l'Ultima Cena, visitato ogni giorno da centinaia di estimatori. Per essere onesti e riportare le cose al loro giusto contesto, Sgarbi ha espresso la caustica valutazione in occasione delle recenti polemiche sul rischio di deterioramento dell'affresco a causa dell'inquinamento introdotto all'interno del cenacolo dai turisti: "Quella cagata di affresco non lo si può danneggiare più di così è già un fantasma. (...) L'inquinamento è un dato su cui bisogna riflettere, trovo grottesco comunicarlo come un danno a Leonardo - ha continuato - L'unico danno vero e l'unica nebbia che c'è sul dipinto l'ha fatta Leonardo da solo dipingendolo male"

Il soprintendente Alberto Artioli ha ribadito che "Il problema della polvere all'interno del refettorio sappiamo che esisite, ma è tutto sotto controllo": il dipinto è infatti costantemente monitorato da strumentazioni sofisticatissime, che permettono di verificare in tempo reale la quantità di inquinanti depositatasi sulla superficie dell'affresco. In effetti è proprio la superficie il problema: a causa della tecnica utilizzata in questo particolare caso da Leonardo essa non è liscia ma rugosa. E' quasi inevitabile che la polvere vi si depositi. Quando si supera la soglia di allarme si interviene con mini-restauri che la rimuovono in tempi brevi e prima che possa fare danni.

Per fortuna se Sgarbi e il soprintendente dovessero avere entrambi torto, se quindi il capolavoro di Leonardo dovesse danneggiarsi irreparabilmente, si potrà comunque apprezzarlo grazie alla fotografia del dipinto ad altissima definizione realizzata proprio in questi giorni: ogni minimo dettaglio dell'affresco è stato "salvato" ed è visualizzabile con una precisione mai raggiunta prima.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016